Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

NOVACOAT — Risultato in breve

Project ID: 5799
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME

Rivestimenti di piastrelle in materiali nanocompositi

La sostituzione dell'attuale produzione di piastrelle ad alte temperature con una tecnologia basata su rivestimenti a basse temperature potrebbe condurre alla creazione di prodotti caratterizzati da una combinazione tra metodi sicuri da un punto di vista ambientale e nuove soluzioni decorative. Questi articoli ibridi offrirebbero ai produttori strumenti in grado di creare prodotti effettivamente unici insieme alla possibilità di aumentare la propria competitività.
Rivestimenti di piastrelle in materiali nanocompositi
Generalmente, la produzione di piastrelle da parete implica l'utilizzo di rivestimenti con smalti inorganici che richiedono però temperature elevate e determinano spesso bassi livelli di resistenza chimica e alle abrasioni. Gli scienziati hanno proposto rivestimenti in polimeri organici quali alternative capaci di offrire una maggiore resilienza unita a nuove opzioni decorative.

Allo scopo di ottenere un rivestimento duraturo e a basse temperature che potrebbe sostituire lo strato di smalto nella produzione di piastrelle da parete, il consorzio del progetto Novacoat, finanziato dall'UE, si è fatto promotore dello sviluppo di un rivestimento realizzato con materiali nanocompositi.

Sono state collaudate numerose composizioni ibride di varia natura che hanno comunque richiesto ulteriori miglioramenti per garantire la conformità ai requisiti commercialmente accettabili per eventuali utilizzi all'interno di bagni o cucine. Ciononostante, gli esperti hanno creato una nuova formulazione totalmente a base di acqua per il rivestimento Novacoat che presentava proprietà chimiche e meccaniche simili a quelle dei rivestimenti commerciali organici.

L'iniziativa era inoltre incentrata sull'analisi di nuovi effetti olografici e colorazioni che integrerebbero le tecniche decorative preservando al contempo le specifiche tecniche accettabili per le piastrelle in ceramica. I promettenti risultati estetici generati nell'ambito del progetto Novacoat hanno spinto i partner a portare avanti lo sviluppo di soluzioni innovative per le decorazioni.

Il consorzio ha condotto un confronto tra i rivestimenti ibridi e i due rivestimenti di recente introduzione nel mercato delle piastrelle allo scopo di identificare potenziali aspetti da migliorare. Tale operazione ha messo in luce alcuni punti deboli dei prodotti disponibili sul mercato facendo emergere la necessità di ottimizzare la durabilità degli attuali rivestimenti ibridi nel settore delle piastrelle.

Gli enormi passi avanti nell'ambito della comprensione e dello sfruttamento di nuove possibilità di progettazione dei rivestimenti ibridi hanno offerto un vantaggio competitivo alle piccole imprese partecipanti che, mediante la promozione di nuove tecnologie, saranno in grado in futuro di operare in piena conformità ai requisiti industriali.

Informazioni correlate