Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

DIGESPO — Risultato in breve

Project ID: 241267
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENERGY
Paese: Italia

Una scelta naturale per le esigenze dei piccoli edifici

Il sole è un reattore nucleare naturale e fornisce un'energia virtualmente illimitata grazie ai suoi processi di fusione. Gli scienziati stanno cercando di sfruttare questa energia e di convertirla in elettricità, riscaldamento e raffreddamento per i piccoli edifici, grazie a una soluzione ad alta efficienza.
Una scelta naturale per le esigenze dei piccoli edifici
La produzione di elettricità genera una grande quantità di calore che generalmente viene dispersa nell'ambiente. Riuscire a controllare questa energia termica per riscaldare le costruzioni grazie a sistemi di cogenerazione di calore ed energia CHP è un modo molto efficiente per ottenere la fornitura sul posto o quasi, con il vantaggio che con una produzione locale di energia le perdite di efficienza dovute ai processi di distribuzione potrebbero essere eliminate.

I sistemi di cogenerazione CHP possono funzionare con qualsiasi tipo di combustibile fossile ma anche con forme rinnovabili di energia, con livelli di efficienza variabili. Un concetto che trova sempre più fortuna nel settore è il ricorso alla concentrazione solare (CSP), che utilizza specchi puntati sui raggi solari, converte l'energia luminosa in energia termica e la utilizza per azionare una turbina per la generazione di energia elettrica.

La realizzazione di paraboliche su larga scala che fanno uso di concentratori solari ha registrato notevoli passi avanti dal punto di vista tecnico. Grazie al progetto DIGESPO ("Distributed CHP generation from small size concentrated solar power"), finanziato dall'UE, gli scienziati stanno modificando e potenziando i componenti con l'integrazione di un nuovo motore termico per applicazioni su piccola scala, con l'obiettivo di sviluppare un sistema CSP micro-CHP (m-CHP) in grado di fornire elettricità, riscaldamento e raffreddamento a edifici di piccole dimensioni come abitazioni, condomini e uffici pubblici o commerciali.

Il team è riuscito ad apportare miglioramenti importanti al motore e al sistema CSP e sta rapidamente giungendo alla fase di dimostrazione. Ha inoltre creato un nuovo rivestimento ad alto assorbimento che, potenziato, è stato integrato con grande successo nei ricevitori solari di maggiori dimensioni. Nuovi specchi flessibili per l'ottica concentrata hanno migliorato l'efficienza ottica e il sistema nel suo complesso è stato integrato in quattro moduli completi. Gli scienziati, infine, stanno producendo un nuovo motore termico ad alta densità energetica, che è atteso per l'integrazione presso il sito di dimostrazione prescelto.

Il progetto DIGESPO prevede di fornire una nuova tecnologia solare CSP m-CHP con un'efficienza complessiva superiore al 65 % per l'elettricità, il riscaldamento e il raffreddamento dei piccoli edifici. Il sole è la risorsa energetica più rinnovabile che si possa immaginare: riuscire a utilizzarla per fornire una soluzione completa agli edifici di piccole dimensioni è un'alternativa che dobbiamo prendere in seria considerazione.

Informazioni correlate