Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MASTERSWITCH — Risultato in breve

Project ID: 223404
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Paesi Bassi

La biologia dell'infiammazione cronica

Le malattie infiammatorie croniche delle articolazioni come l'artrite reumatoide (AR) sono incurabili, ma la diagnosi e la terapia precoci possono alleviarne i sintomi. I ricercatori finanziati dall'UE hanno studiato l'insorgenza e la progressione dell'AR per giungere alla diagnosi precoce e a una terapia efficace.
La biologia dell'infiammazione cronica
Le malattie come l'AR sono il risultato dell'attivazione della risposta immunitaria, che provoca infiammazione, con conseguenti danni ai tessuti e disabilità. Tra le malattie infiammatorie rientra un gran numero di malattie, dall'asma alle malattie infiammatorie intestinali alla psoriasi. L'AR, tuttavia, è un sistema modello eccellente che offre l'opportunità di studiare le basi biologiche comuni a tutte queste condizioni.

Il progetto MASTERSWITCH ("Mechanisms to attack steering effectors of rheumatoid syndromes with innovated therapy choices") ha raccolto dati relativi a oltre 10 000 pazienti affetti da AR e ad altri 30 000 individui sani a rischio di sviluppare artrite cronica, con l'obiettivo di identificare i meccanismi di insorgenza, progressione e risoluzione dell'infiammazione e giungere alla definizione degli obiettivi terapeutici.

Clinicamente, il team ha verificato che la diagnosi e il trattamento precoci permettono di ridurre i danni alle articolazioni e migliorare la qualità della vita. Ciononostante, circa il 78 % dei pazienti ha chiesto aiuto troppo tardi poiché, di fronte alla gradualità dei sintomi dell'AR, sperava che il problema si risolvesse spontaneamente. Per assicurare l'intervento tempestivo sull'AR, sono state aperte in Europa "cliniche di riconoscimento dell'artrite in fase precoce", che hanno permesso di raccogliere informazioni sull'insorgenza dei sintomi dell'AR attraverso la raccolta di campioni di siero sanguigno.

La ricerca sui meccanismi biologici ha dimostrato che la risposta auto-anticorpale aumenta di portata e di complessità subito prima della manifestazione della malattia. Questa anomalia potrebbe fornire un indicatore precoce del rischio di sviluppare l'AR e fornire una finestra temporale in cui iniziare il trattamento e prevenire la sua insorgenza. Numerose nuove cellule immuni e meccanismi correlati sono stati identificati come potenziali obiettivi di nuovi possibili trattamenti e terapie farmacologiche.

MASTERSWITCH ha già iniziato a implementare i risultati attraverso le sue cliniche di riconoscimento precoce. La ricerca continua potrebbe fornire innovative opzioni diagnostiche e terapeutiche per fermare il decorso dell'AR. Gli esiti positivi potranno fornire una migliore qualità di vita e ridurre il carico socioeconomico dei pazienti affetti dalla malattia.

Informazioni correlate

Keywords

Malattia infiammatoria, artrite reumatoide, clinica, siero del sangue, auto-anticorpi, cellule immuni