Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MAARS — Risultato in breve

Project ID: 261366
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Finlandia

I microbi della pelle nell’allergia e autoimmunità

Le conoscenze meccanicistiche sui processi precoci alla base dell’infiammazione cronica potrebbero aiutare a comprendere l’insorgenza e la progressione delle malattie allergiche e autoimmuni.
I microbi della pelle nell’allergia e autoimmunità
Risposte immunitarie inadeguate possono causare lo sviluppo di reazioni allergiche o autoimmunità. Sempre più prove scientifiche indicano che le infezioni microbiche e la disbiosi (disequilibrio microbico) sono determinanti fondamentali dell’emergere di allergia o autoimmunità.

Gli scienziati del progetto MAARS (Microbes in allergy and autoimmunity related to the skin), finanziato dall’UE, hanno studiato la dermatite atopica (AD) come modello di allergia e la psoriasi (PSO) come modello di malattia autoimmune. I ricercatori hanno raccolto campioni cutanei di pazienti (tamponi e biopsie) per capire il ruolo del microbioma cutaneo nella patogenesi di queste malattie.

Il sequenziamento di ultima generazione e ad alta processività di RNA ribosomiale 16S ha identificato i diversi batteri, funghi e virus in questi campioni. I partner hanno analizzato anche i percorsi regolati dai microbi nell’AD e nella PSO tramite microarray di DNA con dati da 90 campioni.

Il lavoro per chiarire l’aspetto immunologico dell’AD e della PSO ha incluso lo studio approfondito dei meccanismi di attivazione patogeno-derivati che causano l’inizio delle reazioni cutanee allergiche o autoimmuni. Ciò includeva l’analisi dell’impatto dell’ambiente microbico sulle funzioni delle cellule dendritiche e il ruolo delle citochine delle cellule T.

I risultati hanno mostrato per esempio che il Lactobacilli produce acidi grassi a catena corta incluso il butirrato. Il butirrato di sodio sottoregola l’attivazione delle cellule T e regola differenzialmente le chemochine associate alla PSO nelle cellule dendritiche.

I dati indicavano che le specie di Corynebacterium sono pro-infiammatorie nella PSO mentre le specie di Lactobacillus potrebbero avere un ruolo antinfiammatorio in entrambe le malattie. Inoltre C. simulans potrebbe contribuire alla generazione degli autoantigeni nella PSO. Il fungo Malassezia induce l’espressione di citochine pro-infiammatorie e regola l’espressione di geni pro-infiammatori.

La componente traslazionale del progetto ha incluso la selezione di una serie di membrane e proteine secrete come bersagli per la produzione degli anticorpi. Dopo la validazione alcuni di questi bersagli potrebbero formare la base per la futura progettazione di vaccini.

Le attività del progetto MAARS hanno collegato trascrittomica, microbiomica e genetica per fornire un’analisi multiparametrica dell’allergia e dell’autoimmunità. Viste le proporzioni epidemiche dell’AD e della PSO, e i loro importanti costi sanitari (i farmaci per la PSO hanno un costo globale di 3,5 miliardi di dollari all’anno) i risultati del progetto contribuiranno all’attenuazione di queste e altre malattie allergiche o autoimmuni.

Informazioni correlate

Keywords

Pelle, microbi, allergia, autoimmunità, infiammazione, dermatite, psoriasi