Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

EUROCOORD — Risultato in breve

Project ID: 260694
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Regno Unito

Coordinare la ricerca clinica sull’HIV nell’UE

Una rete di ricerca internazionale ha lavorato a una delle sfide mediche più importanti mai affrontate dall’umanità: l’infezione da HIV, cercando di migliorare le attività di testing, prevenzione e assistenza.
Coordinare la ricerca clinica sull’HIV nell’UE
Attualmente, sono 35 milioni le persone sieropositive in tutto il mondo e oltre due milioni di esse risiedono in Europa. Nonostante progressi significativi nella gestione e nel trattamento, l’HIV è la sesta causa di morte in tutto il mondo. Per migliorare questa situazione è fondamentale migliorare il coordinamento e la traduzione dei risultati della ricerca in prassi cliniche.

Il progetto EUROCOORD (European Network of HIV/AIDS cohort studies to coordinate at European and international level clinical research on HIV/AIDS), finanziato dall’UE, ha cercato di integrare sul campo i punti di forza scientifici delle coorti e delle collaborazioni sull’HIV (CASCADE, COHERE, EuroSIDA e PENTA) creando un database virtuale comune di oltre 350 000 persone infettate dall’HIV in tutta Europa, Il database include le caratteristiche e i dati clinici dei pazienti nel corso dell’infezione e le informazioni sulle comorbilità e ha permesso ai ricercatori del team EUROCOORD di esplorare le differenze tra i vari sotto-gruppi ed esaminare questioni non affrontabili da studi condotti singolarmente.

La visione scientifica di EUROCOORD consisteva nella comprensione della patogenesi dell’HIV e nella scoperta delle implicazioni dell’infezione a lungo termine e della risposta alla terapia, oltre alla valutazione dell’effetto delle specifiche strategie di gestione e all’esame delle co-morbilità come l’infezione da virus dell’epatite e la tubercolosi.

I partner del progetto hanno inoltre creato e diffuso metodi e protocolli standardizzati ed evidenze per le linee guida di trattamento. Contribuendo alla creazione di capacità nella regione e alla formulazione di rapporti sulle caratteristiche della popolazione sieropositiva europea il team ha cercato di migliorare l’accesso alla terapia combinatoria antiretrovirale (cART) nel continente.

Lo studio AMASE (Advancing migrant access to health services in Europe) di EUROCOORD, ad esempio, ha sottolineato l’importanza di una migliore prevenzione primaria dell’infezione da HIV nelle popolazioni di migranti. Il progetto SSOPHIE (Stochastic simulation of outcomes of people with HIV in Europe) ha sviluppato un metodo che potrebbe portare a informazioni approfondite sulla popolazione sieropositiva europea, a sostegno dei processi decisionali in materia di sanità pubblica.

Nel complesso, le attività della rete EUROCOORD si sono concentrate sul miglioramento della gestione e della vita delle persone infettate da HIV, attraverso la creazione dell’infrastruttura necessaria per la prevenzione, la diagnosi e il trattamento.

Informazioni correlate

Keywords

Ricerca sull’HIV, rete, database, virus dell’epatite, tubercolosi, terapia combinatoria antiretrovirale