Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il ruolo degli estrogeni nel cancro ovarico

Gli estrogeni ricoprono un ruolo di promotori tumorali in molti tipi di cancro ginecologico. Uno studio europeo ha affrontato l’impatto degli ormoni sessuali femminili su formazione e progressione del tumore a cellule granulose (granulosa cell tumour, GCT).
Il ruolo degli estrogeni nel cancro ovarico
Il GCT è una rara forma di cancro responsabile di circa il 5 % dei tumori ovarici. Sebbene possa presentarsi nelle donne di ogni età, le pazienti più giovani con GCT hanno prognosi migliori rispetto a quelle più anziane.

La maggior parte delle pazienti con GCT ha un’elevata secrezione di estrogeni (steroidi sessuali) tra cui il 17-beta estradiolo (E2), che ha valori elevati in circa il 70 % delle pazienti. Gli scienziati del progetto ESTROVARYTUMOUR (Investigating the roles and mechanisms of action of oestrogens via oestrogen receptor ß in granulosa cell tumours of the ovary), finanziato dall’UE, hanno studiato l’impatto degli estrogeni e i loro meccanismi d’azione sulla crescita e la progressione del GCT.

Sono stati eseguiti studi molecolari su due linee cellulari umane derivate da GCT positive ai recettori per gli estrogeni (ER). Il trattamento con E2 sembra essere benefico per le pazienti con GCT avanzato poiché sembra prevenire la migrazione metastatica delle cellule granulose. Gli scienziati hanno scoperto che E2 reprime la segnalazione ERK1/2 in modo non genomico, indipendentemente dalla trascrizione, tramite il recettore GPER-1.

Gli scienziati hanno utilizzato animali immunocompromessi per trapiantare cellule di GCT umano in un modello murino. Questi modelli permettono lo studio, incluso l’imaging in vivo, degli effetti protettivi degli agonisti dell’estradiolo o di GPER-1 sulla progressione e la metastasi di GCT.

Lo studio ESTROVARYTUMOUR ha fornito conoscenze molto importanti sul ruolo degli estrogeni nello sviluppo del GCT e ha posto le basi per la fase in vivo della ricerca. Cosa importante, in questa particolare forma di cancro ovarico il trattamento con E2 potrebbe realmente prevenire ulteriori metastasi. Le informazioni generate potrebbero trovare immediata applicabilità clinica a beneficio delle pazienti con GCT.

Informazioni correlate

Keywords

Estrogeno, cancro ovarico, tumore a cellule granulose, 17-beta estradiolo, ESTROVARYTUMOUR, GPER-1