Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La somministrazione di farmaci mirata al tumore nella terapia oncologica

Un progetto finanziato dall'UE ha sviluppato un sistema di somministrazione di farmaci utilizzabile contro il cancro. I ricercatori hanno indagato sulla risposta immunitaria nell'uomo alle minicelle caricate con farmaci.
La somministrazione di farmaci mirata al tumore nella terapia oncologica
La somministrazione di farmaci mirata al tumore rientra tra i campi più importanti di ricerca sul cancro. La somministrazione mirata di farmaci cerca di concentrare il medicinale nel tessuto d'interesse, riducendo la concentrazione relativa del medicinale negli altri tessuti, migliorando pertanto l'efficacia e riducendo gli effetti collaterali.

I veicoli di somministrazione EnGeneIC (EDV) sono minicelle di derivazione batterica. Questi mini-vettori possono essere caricati con farmaci attivi o piccoli acidi ribonucleici interferenti (siRNA) e possono essere puntati su cellule tumorali in vivo tramite anticorpi bispecifici. È stata recentemente completata la sperimentazione di fase I, che ha dimostrato la sicurezza della tecnologia EDV nell'uomo. È in corso uno studio di fase II per dimostrare I benefici clinici del sistema EDV.

Il progetto CD14 è stato concepito come collaborazione durante la sperimentazione di fase I, per indagare sulla scala della risposta immunitaria dell'ospite al trattamento con EDV. Le cellule mononucleate del sangue periferico (PBMC) rappresentano un componente critico del sistema immunitario nella lotta alle infezioni e nell'adattamento agli intrusi.

È stato scoperto che gli EDV non incidono su vitalità, attività proliferativa o attività metabolica di PBMC umane in vitro. Tuttavia, gli EDV sono rilevati dalle PBMC umane e inducono una risposta simile a quella dei componenti batterici come lipopolisaccaridi, lipoproteine o flagellina. Hanno anche indotto l'espressione del fattore di necrosi tumorale (TNF)-alfa e l'espressione genica di IFN-beta. Servendosi dell'analisi degli inibitori, il recettore di tipo Toll 4 (TLR4) risultava implicato nella stimolazione di PBMC da parte degli EDV.

Il progetto CD14 ha valutato l'interazione di EDV con il sistema immunitario umano in una situazione in vivo di elevata rilevanza. La collaborazione futura sarà importantissima per le sperimentazioni cliniche di fase successiva, volte a indagare sulla risposta del sistema immunitario agli EDV nei pazienti oncologici.

Informazioni correlate