Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Impatto dei livelli elevati di CO2 sulla biogeochimica degli oceani

Il riscaldamento e l'acidificazione degli oceani, oltre alla diffusione di zone prive di ossigeno, sono le possibili conseguenze dell'aumento dei livelli di anidride carbonica (CO2). Un iniziativa finanziate dall'UE ha studiato gli effetti di un'alta concentrazione di CO2 sulla vita negli oceani e sulla biogeochimica.
Impatto dei livelli elevati di CO2 sulla biogeochimica degli oceani
Gli antichi eventi anossici oceanici (OAE) si sono verificati moltissimi anni fa, quando il mare fu completamente privato di ossigeno sotto la sua superficie, il che causò cambiamenti profondi sul ciclo climatico globale e sull'ossigenazione degli oceani. Durante questo periodo vennero seppelliti i giacimenti di gas e petrolio in strati di shale nera ricca di carbonio, che necessitavano di condizioni ambientali particolari per la loro formazione.

Il progetto finanziato dall'UE BIGCOW ("Biogeochemistry in a high CO2 world: Lessons from the ocean anoxic events") ha studiato questi antichi OAE. Il lavoro ha incluso uno studio sul ruolo dell'erogazione di ossigeno (che comprende la solubilità dell'ossigeno e la circolazione oceanica) e della produttività marina nel creare queste condizioni estreme.

I ricercatori hanno sviluppato un modello del sistema della Terra per spiegare le dinamiche principali degli oceani e la biogeochimica del clima del Cretaceo dai 145 ai 66 milioni di anni fa. Questo modello è stato usato per determinare l'impatto di temperature più elevate e della produttività marina rispetto a una serie di osservazioni dell'anossia del fondo del mare. Il modello ha rivelato che la sola temperatura non era in grado di riprodurre le osservazioni; i campioni di anossia negli oceani registrati sono stati il risultato di una maggiore produttività marina a causa dell'aumentato contenuto di nutrienti.

Lo scopo di BIGCOW è stato quello di studiare la risposta interconnessa di nutrienti e cicli di carbonio in un mondo con alti livelli di CO2. Le conclusioni del progetto hanno grandi implicazioni per la comprensione del modo in cui il sistema della Terra reagisce al rilascio a lungo termine di CO2 e al riscaldamento, e di come e quando le condizioni per la formazione della roccia che contiene i giacimenti vengono create. La scoperta che il semplice riscaldamento esercita solo un'influenza minore nella promozione dell'anossia del fondo del mare riduce le preoccupazioni legate al fatto che un simile evento possa verificarsi nel prossimo futuro.

Informazioni correlate