Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ICAP — Risultato in breve

Project ID: 241393
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENERGY
Paese: Norvegia

Migliorare l’efficienza della conservazione del carbonio

Un recente progetto di ricerca ha ridotto la penalizzazione dell’efficienza associata al sequestro di carbonio negli impianti elettrici di oltre il 5 %.
Migliorare l’efficienza della conservazione del carbonio
La cattura e la conservazione del carbonio (CCS) è l’approccio più promettente alla riduzione del cambiamento climatico, arrestando l’ingresso in atmosfera dell’anidride carbonica (CO2). Tuttavia, gli attuali approcci sono inefficaci a causa della bassa pressione parziale nel gas del condotto, di molteplici fasi di elaborazione e della presenza di biossido di zolfo (SO2).

Il progetto ICAP (“Innovative CO2 capture”), finanziato dall’UE, ha sviluppato una nuova tecnologia più efficiente per affrontare questi ostacoli. I principali obiettivi tecnologici del progetto sono stati l’avanzamento dei solventi liquidi per un migliore sequestro di CO2, nuovi tipi di membrane per la cattura e la separazione della CO2 e i mezzi per la cattura combinata di CO2 ed SO2. I ricercatori immaginano che questi cambiamenti potrebbero ridurre l’energia utilizzata per la CCS fino al 45 %.

Hanno sviluppato e testato un sistema di assorbimento fase a due liquidi che concentra la CO2 in una fase, riducendo così la circolazione del solvente e il calore richiesto per la rigenerazione. Sono stati sviluppati modelli matematici del processi, che sono stati convalidati mediante dati dall’impianto pilota.

ICAP ha inoltre sviluppato nuovi materiali a membrana con una maggiore permeabilità e selettività del carbonio. Questi si sono dimostrati promettenti come membrane di trasporto idrogeno nelle verifiche di laboratorio.

È stata dimostrata la cattura combinata di CO2 ed SO2 mediante l’uso di ammoniaca e carbonati. I processi di assorbimento sono stati modellati estensivamente e mostrano una superiore cattura del carbonio rispetto agli approcci convenzionali.

Un’analisi tecno-economica che utilizza queste tecnologie appena sviluppate ha offerto una riduzione del 5 % della penalizzazione sull’efficienza presso uno stabilimento energetico alimentato a carbone. Questo rappresenta un grande passo in avanti per l’accettazione diffusa delle tecnologie CCS.

Informazioni correlate

Keywords

Penalizzazione sull’efficienza, impianti elettrici, cattura e conservazione del carbonio, cambiamento climatico, solventi liquidi