Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

CO2CARE — Risultato in breve

Project ID: 256625
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENERGY
Paese: Germania

Rilascio sicuro di CO2 nel terreno

La cattura e la conservazione del carbonio (CCS) è un’importante strategia per ridurre le emissioni di biossido di carbonio (CO2), in particolare da grossi impianti elettrici. La ricerca UE ha fornito le linee guida migliori mancanti per garantire la sicurezza a lungo termine dei siti di stoccaggio dopo la chiusura.
Rilascio sicuro di CO2 nel terreno
Con la CCS, la CO2 viene catturata prima che venga rilasciata nell’atmosfera. Dopo la cattura, viene conservata in formazioni geologiche o serbatoi. È una soluzione da breve a lungo termine prima che possa essere raggiunto l’obiettivo a lungo termine di una transizione dalla combustione dei carburanti fossili a forme più sostenibili di energia.

Il progetto CO2CARE (“CO2 site closure assessment research”), finanziato dall’UE, ha sviluppato tecnologie e procedure per abbandonare in sicurezza i siti di stoccaggio della CO2. È stato lanciato per fornire con regolarità a ufficiali e parti interessate la conoscenza richiesta per attuare la Direttiva UE 2009/31/CE sulla conservazione geologica di CO2.

I membri del progetto hanno prodotto consigli pratici sotto forma di linee guida delle migliori pratiche per la gestione di CCS a lungo termine. La partecipazione dei partner da Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti, e i dati ottenuti dai siti attuali e chiusi si sono aggiunti al database di monitoraggio sul campo e pongono i risultati di CO2CARE in una prospettiva globale.

La ricerca si è focalizzata sull’abbandono di pozzi, sulla gestione di serbatoi e sulla riduzione dei rischi per soddisfare i requisiti delle perdite non rilevabili, una corrispondenza tra le caratteristiche modellate ed effettive del sito, e la stabilità a lungo termine.

I membri del progetto hanno prodotto un resoconto che copre le procedure di gestione del rischio e di presa delle decisioni. Hanno inoltre ideato un software per confrontare i dati modellati e misurati. È stata intrapresa una gamma di analisi nelle procedure di sigillo delle rocce, oltre ai meccanismi chimici e fisici di cattura della CO2. Gli scienziati hanno modellato le perdite di CO2 e il comportamento dei pozzi su un ampio arco temporale di oltre 10 000 anni per stabilire gli effetti sulla geologia dell’area circostante.

I risultati dei “funzionamenti a secco” da tre siti di stoccaggio offrono un modello per l’abbandono dei siti e il trasferimento della responsabilità sia per gli operatori che per i regolatori del sito. La guida tecnica su come soddisfare i requisiti delle politiche della Commissione Europea e le linee guida più ampie sulla gestione dei serbatoi e, in particolare, la gestione dei rischi sono direttamente importanti per le direttive UE. Sono inoltre applicabili in generale alle strutture di stoccaggio mondiali.

La CCS costituisce un elemento estremamente importante per l’attenuazione del cambiamento climatico, ma le procedure per la gestione a lungo termine non sono ben definite. Le conclusioni e le pubblicazioni di CO2CARE forniscono linee guida concrete per la gestione futura dello stoccaggio di carbonio.

Informazioni correlate

Keywords

Cattura e conservazione del carbonio, CO2, siti di stoccaggio, formazioni geologiche, chiusura del sito