Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

PRIMES — Risultato in breve

Project ID: 278568
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Irlanda

Le interazioni e la segnalazione delle proteine nel cancro

La decostruzione delle interazioni molecolari nelle cellule cancerose potrebbe condurre alla scoperta di nuovi bersagli per i farmaci. Uno studio europeo sulle interazioni dinamiche tra proteine nella segnalazione oncogena.
Le interazioni e la segnalazione delle proteine nel cancro
Le interazioni tra proteine svolgono un ruolo chiave nel coordinare le risposte cellulari. La rete di segnalazione del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR/ErbB) regola la proliferazione e la differenziazione cellulari. La segnalazione aberrante di EGFR è presente in numerosi tipi di cancro, suggerendo che potrebbe svolgere un ruolo centrale nelle insorgenza o nella progressione della malattia.

Il progetto PRIMES (PRIMES: Protein interaction machines in oncogenic EGF receptor signalling), finanziato dall’UE, rivela il ruolo della segnalazione di EGFR nel cancro del colon-retto (CRC) e nel cancro mammario. I ricercatori stanno utilizzando una combinazione di imaging a fluorescenza, biologia strutturale, ingegneria delle proteine, proteomica e modelli matematici per analizzare le interazioni tra proteine all’interno della via di segnalazione di EGFR e chiarirne il ruolo. Comprendere la patogenesi funzionale del CRC permetterà ai ricercatori di identificare i meccanismi di farmacoresistenza e testare l’efficacia dei farmaci.

I ricercatori di PRIMES stanno studiando le interazioni tra proteine come bersagli, e stanno sottoponendo a screening rispetto alle interazioni tra proteine librerie di composti chimici allosterici ricchi di farmacofori e librerie di peptidomimetici. Stanno inoltre usando applicazioni traslazionali per superare la resistenza ai farmaci nel cancro relativamente alle ERBB. Ci si concentra anche sul bersagliamento delle interazioni tra proteine per evitare o superare la resistenza agli inibitori della trasduzione del segnale attualmente in uso.

Utilizzando 93 esche selezionate la ricerca ha finalizzato mappe statiche di interattomi (l’intero insieme di interazioni molecolari in una determinata cellula) oncogeni e non oncogeni. Venti proteine, componenti fondamentali del network ErbB, sono state analizzate tramite western blot. Il lavoro ha prodotto e validato 184 anticorpi specifici per i nodi delle proteine nel network EGFR. Sono stati sviluppati nuovi metodi matematici per la classificazione dei pattern di fosforilazione temporale e spazio-temporale di EGFR. L’analisi delle vie biochimiche ha identificato anche un nuovo elemento coinvolto nella degradazione di EGFR.

L’analisi dei complessi di proteine come macchine di elaborazione del segnale molecolare ha trasceso la percezione tradizionale del ruolo delle interazioni tra proteine. Applicare questa strategia al network EGFR/ErbB associato al cancro ha permesso di esplorare le proprietà del network che derivano dalle interazioni tra proteine. I risultati contribuiranno a progettare nuove terapie mirate efficaci per superare le scarse risposte terapeutiche e la resistenza osservate con i farmaci tradizionali.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Interazioni tra proteine, cancro, oncogeno, fattore di crescita epidermico, farmacoresistenza