Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ITESLA — Risultato in breve

Project ID: 283012
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENERGY
Paese: Francia
Dominio: Energia, Ambiente

Strumenti a sostegno di un sistema elettrico paneuropeo più sicuro

L’incremento dell’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili intermittenti e un mercato comune europeo dell’energia stanno ridisegnando il panorama dell’energia elettrica in Europa. Un progetto dell’UE ha sviluppato un nuovo insieme di strumenti per supportare il futuro funzionamento del sistema paneuropeo di trasmissione dell’energia elettrica.
Strumenti a sostegno di un sistema elettrico paneuropeo più sicuro
Il progetto ITESLA (Innovative tools for electrical system security within large areas) è stato lanciato con l’obiettivo di offrire il primo insieme di strumenti in grado di eseguire valutazioni dinamiche di sicurezza dell’elettricità, affrontando inoltre incertezze come quelle derivanti dalla generazione di energia intermittente.

Inizialmente, il team ha lavorato su algoritmi e tecniche per l’analisi, includendo un approccio al filtraggio delle contingenze più pericolose, inoltre ha gettato le basi per lo sviluppo di un’analisi non in linea. Tale attività ha creato lo sfondo per delle regole di sicurezza migliori.

Il progetto ITESLA ha prodotto un insieme di strumenti che consente ai gestori del sistema di trasmissione (GST) di condurre simulazioni accurate in relazione ai propri sistemi, ai sistemi regionali coordinati e all’intero sistema paneuropeo, supportando il processo decisionale a partire da due giorni di anticipo, fino a consentire azioni in tempo reale. Il progetto ha affrontato tre sfide principali, in primo luogo la fornitura di una valutazione dei rischi che considera diverse fonti di incertezza. Il secondo punto riguarda una valutazione accurata della sicurezza, la quale riguarda anche la dinamica del sistema mediante l’utilizzo di simulazioni nel dominio del tempo. La sfida finale era quella di fornire delle raccomandazioni ai gestori, per l’impiego di azioni tali da mantenere sicuro lo stato del sistema.

Altri risultati attesi del progetto hanno incluso metodologie e strumenti per la convalida di modelli dinamici dei componenti relativi al sistema paneuropeo. Gli strumenti sono stati progettati per determinare i parametri dei modelli tramite l’impiego di risposte dinamiche misurate, in relazione alla rete elettrica.

Inoltre, il team ha prodotto alcuni nuovi concetti per la progettazione di piani di difesa più robusti e piani di ripristino ottimale, con l’ausilio di strumenti automatizzati. La piattaforma iTesla è disponibile tramite il servizio GitHub. I partner del progetto distribuiscono i moduli di calcolo come prodotti commerciali oppure software open source. Sia il software RaPId per la convalida dei modelli, sia la libreria di sistemi energetici iTesla contenente modelli dei componenti di tali sistemi, sono open source. Quest’ultimo può essere utilizzato e arricchito da parte dei GST e da tutta la comunità dei sistemi energetici.

L’insieme degli strumenti creati dal progetto ITESLA promette maggiore sicurezza e supporto nel settore dell’energia elettrica per ottimizzare l’utilizzo delle fonti rinnovabili intermittenti e delle reti. Il miglioramento delle procedure di coordinamento e dei regolamenti faciliterà inoltre il funzionamento affidabile di una rete di trasmissione dell’energia elettrica paneuropea. k In generale, gli sviluppi del progetto offrono importanti contributi all’efficienza energetica e iniziative inerenti al settore energetico dell’UE.

Informazioni correlate

Argomenti

Energy Saving

Keywords

Elettricità, mercato dell’energia, ITESLA, valutazioni di sicurezza, gestori dei sistemi di trasmissione