Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

CompoSol — Risultato in breve

Project ID: 284216
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME
Paese: Regno Unito
Dominio: Energia

I collettori solari diventano più vantaggiosi in termini di costi

Oggi, catturare l’energia solare costa meno grazie ai nuovi e leggeri collettori sviluppati dagli scienziati finanziati dall’UE. Una riduzione di peso comporta una ridotta energia necessaria per la movimentazione e il posizionamento dei collettori solari, rendendo in questo modo più conveniente l’energia solare a concentrazione (concentrated solar power, CSP).
I collettori solari diventano più vantaggiosi in termini di costi
L’energia solare rappresenta un’importante fonte di energia rinnovabile che può contribuire ad alleviare gli impatti negativi associati alla combustione di combustibili fossili, come per esempio la produzione di anidride carbonica e particolato. Attraverso l’impiego di specchi, il metodo CSP concentra i raggi solari per produrre calore ai fini della generazione di energia elettrica attraverso una turbina o un motore termico. Sebbene la tecnologia in questione non si trovi nelle fasi iniziali, vi è ancora molto da migliorare.

Il progetto COMPOSOL (Fibre reinforced composite reflectors for concentrated solar power plants) ha migliorato il design dei sistemi CSP con l’impiego di nuovi materiali per ridurre il peso e aumentare la durabilità. L’impiego di materiali compositi in carbonio per il collettore solare elimina la necessità di parti metalliche soggette a corrosione, senza comportare problemi per la rigidità complessiva.

È stato utilizzato un design modulare, consentendo la suddivisione dell’intera struttura in componenti più piccoli, i quali sono più facili da produrre, riparare e sostituire. Il team del progetto ha inoltre sviluppato un software di gestione della configurazione dedicato in grado di consentire la completa tracciabilità di ogni singolo pannello e di ogni assemblaggio. La superficie riflettente è stata ottenuta mediante deposizione fisica d’argento in fase di vapore su una struttura intermedia polimerica o di vetro, legata al materiale composito.

In aggiunta, i compositi possono essere adattati per garantire una ridotta variazione delle dimensioni grazie a un gradiente di temperatura elevato (ossia un basso coefficiente di dilatazione termica). Tale aspetto rende le superfici particolarmente adatte ai climi aridi e alle zone in cui si verificano profonde variazioni di temperatura nell’arco delle 24 ore. Il peso ridotto rispetto ai componenti metallici facilita il trasporto e l’installazione.

Il progetto COMPOSOL ha offerto un innovativo concetto CSP caratterizzato da peso ridotto e maggiore durata. Nel loro insieme, i risultati ridurranno significativamente i costi di trasporto e funzionamento (per quest’ultimo aspetto, in gran parte attraverso una minore manutenzione e un minor consumo di energia). Il redditizio concetto CSP sarà quindi in grado di promuovere la diffusione della tecnologia, fornendo maggiori benefici per produttori, consumatori e ambiente.

Informazioni correlate

Keywords

Collettori solari, energia solare concentrata, energia rinnovabile, turbina, motore termico, deposizione fisica in fase di vapore