Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

RESOLIVE — Risultato in breve

Project ID: 218453
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Energia dagli scarti dei frantoi

L'industria europea relativa alla produzione dell'olio di oliva, la più grande al mondo, produce circa 6 milioni di tonnellate di scarti all'anno. I ricercatori hanno studiato i modi di utilizzare questi scarti come fonte di energia rinnovabile che migliorerebbe la sostenibilità ambientale ed economica dell'industria.
Energia dagli scarti dei frantoi
Gli scarti dei frantoi (OMW) possono essere sottoposti a gassificazione per ottenere idrogeno combustibile, oppure essere digeriti da microrganismi per produrre gas metano. Possono anche essere bruciati per generare energia o usati come mangime animale e fertilizzante.

Per studiare l'idoneità di questi approcci per diversi tipi di frantoi, l'UE ha finanziato il progetto RESOLVE ("Adaptation of renewable energies technologies for the olive oil industry"). Parte della ricerca è stata dedicata alla creazione di un impianto di gassificazione prototipo e all'ottimizzazione delle tecniche esistenti per la produzione di biogas.

I ricercatori hanno prima dovuto valutare le necessità nel mondo reale del settore europeo della produzione dell'olio di oliva. Hanno poi analizzato le tecnologie disponibili per il riutilizzo e la valorizzazione degli OMW, e hanno individuato le lacune e le migliori pratiche. È stato progettato, costruito e testato un gassificatore prototipo in un frantoio spagnolo. Potrebbe essere necessario ulteriore lavoro per ottimizzare la sua funzione.

In termini di digestione anaerobica, il team ha analizzato dettagliatamente il tipo di substrati che potrebbero essere sfruttati, come gli OMW, i rametti e le foglie o un insieme di essi. Ha anche valutato additivi e requisiti pre-trattamento.

Il compostaggio è un'altra soluzione attuabile, dato che gli OMW contengono elevati valori di azoto, fosforo, potassio e magnesio. I ricercatori hanno scoperto che gli OMW sarebbero particolarmente adatti come fertilizzante per coloro che possiedono terreni oltre a frantoi di piccole o medie dimensioni.

Si è inoltre scoperto che gli OMW come mangime animale rappresentano un'opzione economica per frantoi a tre fasi che non producono molti OMW. Per frantoi più grandi, risulterebbero utili solo in caso di nutrimento degli animali vicino al frantoio.

Infine, la combustione di OMW sarebbe adatta a tutti i tipi di frantoi, per fornire energia alle case private o aggiungere potenza alla rete. Il materiale secco potrebbe essere venduto per essere bruciato.

Le informazioni raccolte durante il progetto serviranno come linee guida per i produttori di olio d'oliva, affinché abbiano la possibilità di scegliere le opzioni di energia rinnovabile più adeguate alle loro necessità. A lungo andare, questo contribuirà ad aumentare la competitività nel settore per quanto riguarda il rispetto dell'ambiente.

Informazioni correlate