Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

SOLARIS — Risultato in breve

Project ID: 230882
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Unità di riscaldamento basate su fonti rinnovabili per uso domestico

Il riscaldamento domestico rappresenta il 26 % della domanda energetica dell'Europa e causa ogni anno emissioni di biossido di carbonio pari a miliardi di tonnellate. Una tecnologia sostenibile e a basso costo potrebbe presto soddisfare questa esigenza senza le emissioni.
Unità di riscaldamento basate su fonti rinnovabili per uso domestico
Un modo eccellente per aumentare l'efficienza energetica e migliorare l'impatto climatico è quello di decentralizzare la produzione energetica e sfruttare le risorse rinnovabili. I sistemi di riscaldamento solare termico forniscono acqua calda grazie al calore proveniente dal sole e le pompe di calore ad aria (ASHP) estraggono il calore dall'aria esterna per il riscaldamento della casa. Entrambi sono abbastanza efficienti, ma per una diffusa accettazione da parte del mercato necessitano di ottimizzazione e riduzione dei costi.

Gli scienziati impegnati nel progetto SOLARIS ("A novel modular solar air source heat pump system"), finanziato dall'UE, hanno cercato di sviluppare un sistema modulare combinato solare-ASHP. Essi hanno fissato obbiettivi elevati per l'efficienza relativa alle tradizionali ASHP o sistemi con combinazione di riscaldamento solare termico e ASHP, e per una riduzione del 60 % del prezzo in confronto a quello dei due sistemi separati. A seguito di un importante ricerca e sviluppo riguardante il collettore solare, lo scambiatore di calore ASHP e il sistema di controllo a basso consumo energetico, sono state istallate quattro unità prototipo. Due sono state sottoposte a test sul campo in Spagna e Irlanda, durante i quali una è stata istallata in una camera climatica e una su una piattaforma mobile per test.

I risultati preliminari dimostrano che i sistemi SOLARIS sono più efficienti dei sistemi attualmente disponibili. Inoltre, sono stati superati gli obbiettivi relativi ai costi e un'analisi sul ritorno economico ha mostrato che l'unità rappresenta un modo più efficiente in termini di costi per fornire riscaldamento e acqua calda alle case in tutta l'UE rispetto alla sua concorrenza. Si prevede che continue prove di convalida sul campo e un'ulteriore ottimizzazione portino questa tecnologia rapidamente sul mercato con importanti benefici per aziende, consumatori e l'ambiente.

Informazioni correlate