Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

MULTIFUN — Risultato in breve

Project ID: 262943
Finanziato nell'ambito di: FP7-NMP
Paese: Spagna

L’ipertermia magnetica uccide le cellule neoplastiche

Le nanotecnologie sono sfruttate sempre più in applicazioni biomediche. Alcuni scienziati europei hanno sviluppato nanoparticelle teranostiche con proprietà duplici di tipo diagnostico e terapeutico.
L’ipertermia magnetica uccide le cellule neoplastiche
Nonostante la vastità delle ricerche svolte nel corso degli anni, permane l’inadeguatezza della diagnosi e della terapia per molte forme di cancro. La somministrazione mirata di farmaci anticancro rappresenta una sfida, altrettanto della recidiva, un segno tipico che si ritiene emerga dall’esistenza di cellule staminali cancerose. Di conseguenza, è assolutamente urgente giungere a nuovi interventi anticancro.

Per affrontare la questione, gli scienziati impegnati nel progetto MULTIFUN (Multifunctional nanotechnology for selective detection and treatment of cancer), finanziato dall’UE, hanno sviluppato e validato una nanotecnologia mini-invasiva per accertare in modo precoce e sensibile ed eliminare cellule di cancro al seno e al pancreas. Le loro attività hanno assicurato un’ottimale biocompatibilità e funzionalizzazione delle nanoparticelle.

Utilizzando una tecnica unica, gli scienziati sono riusciti a produrre nanoparticelle funzionali che potrebbero preservarne l’attività biologica rispetto a tutte le molecole coniugate. Tali nanoparticelle multifunzionalizzate magnetiche di ossido di ferro magnetico (MNP) hanno si sono dimostrate utilizzabili sia a fini diagnostici che terapeutici.

Le formulazioni progettate ne hanno comprovato l’efficienza, la sicurezza e la non tossicità in modelli in vivo di cancro. Per facilitare la rilevazione di nanoparticelle magnetiche in vivo in tessuti e in liquidi biologici, i ricercatori hanno sviluppato una strumentazione scientifica apposita. Inoltre, è stato sviluppato un generatore di campi magnetici, per eseguire esperimenti di ipertermia magnetica in vitro e in vivo.

Dal punto di vista terapeutico, tali nanoparticelle hanno indotto la necrosi delle cellule cancerose, tramite l’effetto sinergico di riscaldamento magnetico e somministrazione di agenti anticancro. In modelli sottocutanei di cancro al seno e alla prostata, il trattamento con ipotermia, unito alle MNP, ha evidenziato una decisa regressione del tumore. Riveste particolare importanza che lo strumento teranostico MULTIFUN abbia dimostrato la capacità di prendere a bersaglio le cellule staminali cancerose dotate di farmacoresistenza, nonché la recidiva del tumore, rendendo quindi più fausti gli esiti terapeutici.

In generale, lo strumento MULTIFUN costituisce una promettente alternativa ai trattamenti anticancro ordinari. La capacità di funzionalizzazione di tali nanoparticelle ne indica l’enorme potenzialità in relazione alla diagnosi e alla terapia di altre forme di cancro.

Informazioni correlate

Keywords

Ipertermia, cancro, diagnosi, terapia, nanoparticelle magnetiche di ossido di ferro