Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

COMET — Risultato in breve

Project ID: 241400
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENERGY
Paese: Portogallo

Cattura, trasporto e stoccaggio del carbonio nel Mediterraneo occidentale

Ricercatori finanziati dall’UE hanno studiato i fattori che influenzano il dispiegamento di un’ampia infrastruttura per il trasporto e lo stoccaggio del biossido di carbonio nella regione occidentale del Mediterraneo. Si è trattato di un importante passo avanti verso lo sfruttamento commerciale sicuro di impianti elettrici su larga scala e a emissioni quasi zero nel sud-ovest dell’Europa e nel Nord Africa.
Cattura, trasporto e stoccaggio del carbonio nel Mediterraneo occidentale
Il progetto COMET (Integrated infrastructure for CO2 transport and storage in the west Mediterranean) è stato il primo studio integrato su larga scala su questo argomento. Il consorzio ha identificato le infrastrutture più efficienti in termini di costi per il trasporto e lo stoccaggio geologico del CO2 nella zona del Mediterraneo occidentale.

I partner del progetto hanno anche tenuto conto dello sviluppo del settore energetico e di altre attività industriali in Marocco, Portogallo e Spagna. Particolare attenzione è stata rivolta alle modalità di trasporto, all’abbinare le fonti di CO2 ai bacini, agli obiettivi di sicurezza e allo sviluppo di infrastrutture di cattura e stoccaggio di carbonio (CCS) nell’ambito di una politica internazionale di cooperazione.

I ricercatori hanno identificato le fonti principali di CO2 in questi tre paesi e hanno prodotto un database della loro posizione. Gli scienziati hanno anche compiuto lo screening dei potenziali siti di stoccaggio di CO2 in Spagna e Portogallo, tenendo conto dei principali bacini sedimentari sulla costa e in alto mare. È stata calcolata anche la capacità di stoccaggio di ogni sito selezionato.

Inoltre, sono stati identificati i mezzi o le combinazioni di mezzi più convenienti per il trasporto del CO2 dal punto di origine principale al più vicino sito di stoccaggio, che potrebbe essere fatto con camion, treno, nave o gasdotto.

È stato anche creato un sistema di informazione geografica per integrare le informazioni di questi tre paesi. Questo ha permesso la visualizzazione delle difficoltà fisiche, ambientali e geografiche da affrontare per lo sviluppo di una rete di trasporto del CO2.

È stata condotta un’analisi dei sistemi energetici marocchino, portoghese e spagnolo e sono stati sviluppati tre modelli nazionali per l’analisi energetica, tecnologica e ambientale dei sistemi a lungo termine. Inoltre, COMET ha prodotto un sommario delle conoscenze disponibili sul trasporto della CO2 per mezzo di gasdotti, che è apparso in pubblicazioni e relazioni scientifiche.

Le descrizioni dettagliate emerse dal lavoro di modellizzazione mostrano dove, quando e quanto CO2 viene catturato, trasportato e immagazzinato in diversi scenari. Inoltre includono informazioni sui costi e gli investimenti associati, fornendo spunti per possibili scenari di sviluppo nel tempo delle infrastrutture CCS nella regione del Mediterraneo occidentale.

COMET ha gettato le basi per l’identificazione e la valutazione delle reti di trasporto promettenti per il CO2 nella regione occidentale del Mediterraneo. Ha fornito una migliore comprensione degli aspetti fisici delle reti (dove, quando, di quale grandezza e con quali costi), nonché delle problematiche legate all’attuazione del processo. Fornirà inoltre uno schema per studi simili in tutta Europa e in altre parti del mondo.

Informazioni correlate

Keywords

Biossido di carbonio, cattura, trasporto, stoccaggio, Mediterraneo occidentale, COMET, infrastruttura