Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

AXIOMA — Risultato in breve

Project ID: 228504
Finanziato nell'ambito di: FP7-NMP
Paese: Paesi Bassi

Rilascio innescato di antimicrobici

I biocidi vengono aggiunti ai materiali di costruzione e di finitura per evitare la crescita di microorganismi, ma sono relativamente inefficaci e hanno un impatto ambientale negativo. Una nuova tecnologia a rilascio intelligente che utilizza biocidi più sicuri potrebbe presto essere la soluzione.
Rilascio innescato di antimicrobici
Un importante consorzio finanziato dall’UE ha studiato i concetti di rilascio innescato per allungare in modo sicuro la vita utile dei prodotti, tramite il progetto AXIOMA (“Smart release of biocides in finishing materials for the sector of construction”). I ricercatori si sono focalizzati sulla crescita di alghe e funghi in rivestimenti e intonaci esterni e interni oltre che sulla crescita di funghi sulle piastrelle e sulle fughe di cucina e bagno.

Nanoargille con diversi modificatori di superficie sono state aggiunte ai materiali di costruzione. I ricercatori hanno dimostrato che le nanoargille possono essere introdotte nella produzione convenzionale di vernici e intonaci alle concentrazioni necessarie per raggiungere i risultati desiderati. Le differenze nelle formulazioni hanno avuto un importante impatto sulla velocità di rilascio dei biocidi, che è stata comunque fortemente migliorata dalla tecnologia a nano argille.

La tecnologia a BioSwitch conferisce la capacità di attivare e disattivare l’attività dei biocidi in reazione alla presenza di enzimi secreti dai microrganismi. Lo zinco piritione è un biocida già ampiamente utilizzato negli articoli per l’igiene personale e potrebbe potenzialmente essere incluso nello schema delle sostanze attive semplificate del regolamento relativo ai biocidi 528/2012. Economico e attivo contro un’ampia gamma di microrganismi, questo biocida è stato al centro degli studi del progetto. In particolare, le restrizioni sull’uso dei biocidi sono diventate ancora più severe durante il corso del progetto.

Il team ha inserito biocidi in due classi di biopolimeri: proteine e grassi. I test hanno dimostrato che gli enzimi possono raggiungere i biopolimeri nei rivestimenti e rilasciare i biocidi in risposta agli enzimi artificiali. Un’ulteriore ottimizzazione si concentrerà sulle dimensioni delle particelle e sulla prevenzione delle lisciviazione e dell’innesco precoce.

La modellazione ha fornito importanti informazioni sugli effetti della formulazione dei rivestimenti, sulle condizioni ambientali e sul conseguente rilascio dei biocidi. È stato sviluppato uno speciale strumento software per la previsione del rischio di funghi e alghe negli ambienti sia interni che esterni. Questo è disponibile sul sito Web del progetto. Una valutazione del ciclo di vita ha confermato un chiaro impatto positivo dei nuovi materiali e delle nuove tecnologie rispetto ai materiali da cui era partito lo studio.

I ricercatori di AXIOMA hanno fatto significativi progressi nella tecnologia per un rilascio intelligente dei biocidi nei materiali edili. Una maggiore vita utile dei materiali edili con tecnologia biocida economica ed ecologica fornirà uno slancio importante a un settore sempre più influenzato da limitazioni ambientali e dagli effetti di una prolungata crisi economica.

Informazioni correlate

Keywords

Biocidi, materiali di finitura, rilascio intelligente, edilizia, zinco piritione