Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ULTRAFIBRE — Risultato in breve

Project ID: 243456
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Migliorare la plastic naturale a base di fibra

I polimeri rinforzati con fibra trovano applicazione nel settore aerospaziale, del tempo libero, automobilistico, delle costruzioni e dello sport. Una recente iniziativa finanziata dall'UE affronta la necessità di sostituire le fibre sintetiche con fibre naturali, a vantaggio del settore delle colture non alimentari.
Migliorare la plastic naturale a base di fibra
La macerazione, un processo con il quale i fusti sono lasciati nei campi alle intemperie, è stata identificata come anello debole nella catena di fornitura delle fibre naturali. L'utilizzo di questo processo genera costi elevati, variazioni da un lotto all'altro e differenza tra le forniture, ostacolando la sostituzione delle fibre inorganiche e a base di petrolio con un'opzione più sostenibile.

Il progetto ULTRAFIBRE ("New manufacturing infrastructure for the production of high quality natural fibres") è stato creato al fine di sviluppare una tecnologia di elaborazione pulita per l'estrazione della fibra dalle piante dopo la mietitura. Il processo è noto come decorticazione idroacustica ed evita l'utilizzo massiccio della macerazione.

I partner del progetto hanno dimostrato con successo l'applicazione di questo processo per la reazione di fibre naturali elementari di alta qualità. Hanno inoltre trattato le fibre con plasma atmosferico, che ne ha migliorato le proprietà adesive.

Le fibre stesse sono state utilizzate per la creazione di componenti termoplastici e termoindurenti commerciali di qualità superiore. Sono stati inoltre generati biocompositi con proprietà meccaniche migliorate per nuove applicazioni high-tech.

Per i coltivatori di fibre naturali, questa tecnologia promuoverebbe prosperità economica poiché permetterebbe loro di fornire prodotti di alta qualità sempre uguali alle aziende per la lavorazione di materiali compositi e al mercato degli utenti finali. ULTRAFIBRE sosterrebbe quindi indirettamente una maggiore competitività nel settore, oltre alla collaborazione tra i fornitori di materiali, le industrie di conversione, gli agricoltori, i centri di ricerca e gli utenti finali dei prodotti in plastica.

Informazioni correlate