Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

DEMYBE — Risultato in breve

Project ID: 231982
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Le fibre naturali per decontaminare le bevande

Bevande come vino e birra contengono micotossine e pesticidi, i quali attualmente vengono eliminati tramite tecnologie di filtrazione come il coadiuvante di filtrazione Kieselguhr. Poiché un'agenzia dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha classificato il Kieselguhr come cancerogeno e il suo smaltimento risulta molto costoso, occorre urgentemente individuare un'alternativa praticabile e sicura.
Le fibre naturali per decontaminare le bevande
Il consumo di micotossine e residui chimici è stato associato a disturbi congeniti, renali, epatici e del sistema immunitario. Il progetto DEMYBE , finanziato dall'UE, è riuscito a utilizzare fibre vegetali naturali per sviluppare una tecnologia filtrante sostenibile, capace di ridurre efficacemente i livelli di micotossine e pesticidi nelle bevande.

Il consorzio DEMYBE ha lavorato per migliorare la capacità di rimozione delle tossine e la semplicità di applicazione, curando al tempo stesso l'assenza di effetti sensoriali negativi. La capacità adsorbente di fibre selezionate è stata ulteriormente potenziata tramite tecniche di frazionamento fisico e chimico, senza incidere in modo significativo sul gusto e sull'aroma del liquido filtrato. Per valutare la capacità legante delle fibre vegetali, è stata sviluppata un'analisi radioattiva più economica e rapida dell'analisi cromatografica liquida ad alte prestazioni.

In particolare, gli involucri di farina micronizzata hanno dimostrato un'elevata capacità adsorbente e sono risultati idonei all'uso nei sistemi industriali esistenti. Le prove di gusto e l'esecuzione di test sul prototipo in laboratorio e su scala pilota, in relazione ad applicazioni di filtrazione di birra e vino, hanno registrato prestazioni superiori rispetto ai coadiuvanti di filtrazione Kieselguhr.

È stato ottenuto il ragguardevole valore del 95 % di decontaminazione, con l'estrazione di micotossine come l'ocratossina A (OTA) e residui di pesticidi. La birra filtrata con il prototipo a fibre presentava livelli ridotti di fermento e contaminanti con torbidità inferiore. Analogamente, la filtrazione del vino con questo prototipo ha evidenziato una riduzione del 90 % dei livelli di micotossine e pesticidi, con l'eccezione dell'Iprovalicarb. Pertanto, i partner di DEMYBE sono riusciti a dimostrare la prova di concetto relativa alla tecnologia di questo prototipo di coadiuvante di filtrazione da destinare all'applicazione nel settore industriale della birra e del vino. Le conclusioni del progetto sono state ampiamente divulgate presso i settori industriali legati al vino e alla birra.

Si sta ancora lavorando per sviluppare la configurazione finale del prototipo e ottenere le approvazioni obbligatorie per applicazioni specifiche dell'industria, come la produzione di birra e vino. Il consorzio DEMYBE ha quindi presentato un progetto dimostrativo, ADFIMAX, per consentire la validazione e la successiva commercializzazione del prodotto. La prevista diminuzione delle importazioni di Kieselguhr dovrebbe ridurre i costi di produzione e aumentare la redditività. I prodotti coadiuvanti di filtrazione DEMYBE potrebbero anche essere esportati in altri paesi per numerosissime applicazioni nel settore delle bevande.

Informazioni correlate