Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

START — Risultato in breve

Project ID: 295003
Finanziato nell'ambito di: FP7-INCO
Paese: Ucraina

Una più stretta collaborazione scientifica UE-Ucraina

Un progetto finanziato dall’UE si è concentrato sulla creazione di opportunità per permettere agli scienziati in Ucraina di collaborare con i centri di ricerca dell’UE. Lo scambio di esperienze e tecnologie ha creato un ambiente favorevole per lavorare nell’ambito della ricerca sui materiali superduri e le applicazioni.
Una più stretta collaborazione scientifica UE-Ucraina
L’Istituto V.N. Bakul per i materiali superduri (ISM) dell’Accademia nazionale delle scienza dell’Ucraina è un eminente istituto di ricerca in tale campo. Grazie al progetto START (“Boosting EU-Ukraine cooperation in the field of superhard materials”), l’ISM è diventato un istituto di punta in termini di cooperazione internazionale per la più ampia regione dell’Europa orientale.

Uno dei principali obiettivi era quello di rafforzare la posizione e la visibilità dell’ISM. A questo scopo è stata sviluppata una strategia di ricerca a medio-lungo termine basata sulle competenze di ricerca esistenti. L’attuazione di attività di ricerca congiunte tra l’ISM e importanti centri di ricerca europei rappresenta un importante passo verso l’individuazione di aree di ricerca comuni.

Sono state organizzate una varietà di attività di formazione a sostegno dello sviluppo di competenze e conoscenze in vista del coinvolgimento dell’ISM nei progetti di ricerca finanziati dall’UE. Inoltre, attività di gemellaggio, tra cui visite di delegazioni e la partecipazione di scienziati dell’ISM a conferenze internazionali, hanno contribuito a migliorare la visibilità dell’Istituto tra i maggiori attori della ricerca internazionale.

Il progetto START ha gettato le basi per una migliore integrazione dell’ISM nello Spazio europeo della ricerca (SER). In particolare, il suo lavoro di ricerca nella scienza dei materiali superduri è aumentato, il che stimolerà le collaborazioni con altri laboratori dell’Europa orientale anche dopo la conclusione del progetto.

Informazioni correlate

Keywords

Ucraina, materiali superduri, ricerca comune, Spazio europeo della ricerca, scienza dei materiali