Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

OPTIMALT — Risultato in breve

Project ID: 218460
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME

Uno strumento di valutazione della qualità del processo di maltazione

L'intero settore europeo dell'orzo da birra, incentrato su varie fasi che vanno dalla coltivazione del cereale alla produzione e distribuzione della birra, rappresenta oltre il 70 % del commercio mondiale di malto. Il vecchio continente è inoltre il principale produttore di birra, ovvero il prodotto basilare di un settore in continua crescita.
Uno strumento di valutazione della qualità del processo di maltazione
Attualmente, la valutazione della qualità della maltazione (MQ) rappresenta un processo noioso, dispendioso di tempo e soggetto a errori. In tale contesto, diventa cruciale disporre di uno strumento in grado di eseguire queste operazioni in tempo reale nei campi, all'interno di cooperative, tra i produttori di malto e nelle fabbriche di birra. Per raggiungere gli obiettivi prefissati, è stato avviato il progetto triennale OPTIMALT, finanziato dall'UE.

Al fine di definire le specifiche industriali, sono state dapprima individuate le esigenze sul piano tecnologico dei coltivatori di orzo e dei produttori di malto. Sono stati raccolti per scopi di verifica e di calibrazione 46 diversi campioni di orzo provenienti dall'UE. L'iniziativa OPTIMALT ha studiato varie tecniche di spettroscopia per l'ispezione ottica, tra cui la spettroscopia nel vicino infrarosso (NIRS), il sistema di visione automatizzato, la spettroscopia Raman e la spettroscopia infrarossa in trasformata di Fourier fotoacustica (FTIR-PAS). Gli esperti hanno valutato la capacità di queste tecniche di prevedere i parametri della qualità della maltazione per poterli sfruttare in vari sistemi ottici destinati ai coltivatori di orzo e ai produttori di malto.

Sulla base dei risultati delle analisi di laboratorio, è stata selezionata la spettroscopia nel vicino infrarosso ai fini della valutazione della qualità dei semi di orzo e di altri parametri MQ. Questi lavori hanno condotto allo sviluppo di una versione di anello di prova di un sistema NIRS in linea per le mietitrebbie, in grado di misurare il contenuto proteico dell'orzo. Ai fini dell'analisi, è stata inoltre sviluppata l'unità di germinazione OPTIMALT, mediante l'utilizzo di un'unità di visione per macchine automatizzate.

I risultati positivi del progetto hanno condotto allo sviluppo di tre prototipi di sistemi precompetitivi, ovvero l'unità per mietitrebbia OPTIMALT, l'unità di germinazione OPTIMALT e un sistema spettroscopico OPTIMALT, che sono stati convalidati con successo presso gli impianti di maltazione, un laboratorio e un'azienda agricola. Oltre a individuare parametri tradizionali, tra cui il contenuto proteico o di umidità, questi sistemi ottici sono stati in grado di rivelare altri tipi di contenuti, come ad esempio gli amminoacidi presenti nei campioni di orzo e di malto.

I risultati del progetto sono stati divulgati mediante conferenze stampa, nonché la partecipazione a fiere commerciali e conferenze. Lo sviluppo e il collaudo di sistemi commerciali in tempo reale, in grado di monitorare in modo rapido, accessibile e affidabile i parametri della qualità della maltazione, garantiranno un'elevata qualità del prodotto, generando una maggiore fiducia nei consumatori. La capacità di selezionare e di utilizzare esclusivamente malto di elevata qualità all'interno dell'intera catena dell'orzo da birra contribuirà alla riduzione del consumo energetico e dei materiali di scarto, nonché all'aumento della redditività. Infine, la commercializzazione dei sistemi OPTIMALT darà nuovo impulso all'occupazione e alle economie europee.

Informazioni correlate