Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

CEDAR — Risultato in breve

Project ID: 223290
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH

Valutare il processo decisionale clinico

Uno studio osservazionale ha voluto valutare gli aspetti fondamentali del processo decisionale clinico (CDM) durante l'assistenza ai pazienti con grave patologia mentale (SMI). I risultati sono stati utilizzati per valutare l'impatto del CDM sul comportamento dei pazienti e sugli outcome a breve e lungo termine dei trattamenti.
Valutare il processo decisionale clinico
Il CDM si riferisce alle decisioni prese e alle azioni svolte durante il trattamento dei pazienti. Il processo decisionale nelle condizioni croniche quali la SMI dovrebbe considerare la gestione a lungo termine della malattia, e generalmente coinvolge più di un responsabile dell'assistenza.

Per valutare la qualità del CDM in casi di questo tipo, il progetto "Clinical decision making and outcome in routine care for people with severe mental illness" (CEDAR) ha sviluppato strumenti per monitorare elementi fondamentali del CDM sia dalla prospettiva dei pazienti che da quella del personale, e ha utilizzato questi strumenti per esaminare l'effetto del CDM sull'outcome.

Lo studio ha valutato lo il tipo di CDM concentrandosi sulle preferenze relative alla partecipazione nel processo decisionale (passivo, condiviso e attivo) e alla necessità delle informazioni fornite. Lo strumento CDIS (coinvolgimento e soddisfazione nel CDM) ha esaminato il coinvolgimento e la soddisfazione rispetto al processo decisionale come vien vissuto nelle sessioni di trattamento reali. Infine la misurazione CDRC (CDM nell'assistenza di routine) ha valutato aspetti chiave del CDM quali contenuto, contesto e implementazione. Gli strumenti sono stati forniti in altre quattro lingue oltre all'inglese, e lo studio è stato eseguito in sei centri in varie parti d'Europa.

I risultati hanno indicato che un certo tipo di processo decisionale clinico da parte del personale influenzava l'outcome (numero di necessità ignorate secondo il giudizio dei pazienti). Il tipo di processo decisionale del personale è il primo candidato per futuri interventi mirati, indicando uno spostamento dall'approccio condiviso al coinvolgimento attivo dei pazienti.

Specificando il rapporto tra CDM e outcome lo studio CEDAR contribuisce a ottimizzare la fornitura di assistenza per la salute mentale ai cittadini europei.

Informazioni correlate