Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Protezione del cyberspazio: risultati concreti attraverso la ricerca e l’innovazione dell’UE

Il costante aumento degli attacchi informatici su dispositivi, sistemi e reti TIC, insieme alla mancanza di garanzie e di controllo sulla riservatezza dei dati, rappresentano preoccupazioni importanti per cittadini, industria e responsabili decisionali. L’Unione europea ambisce a essere leader mondiale nella sicurezza informatica, garantendo fiducia, sicurezza e protezione a cittadini e imprese.
Protezione del cyberspazio: risultati concreti attraverso la ricerca e l’innovazione dell’UE
Questo è il motivo per cui le proposte della Commissione per il prossimo bilancio pluriennale dell’UE a partire dal 2021 includeranno un centro europeo di competenza industriale, tecnologica e di ricerca in materia di sicurezza informatica con una rete di centri nazionali di coordinamento. Lo scopo è quello di sostenere l’industria e il settore pubblico nell’adozione di soluzioni di sicurezza all’avanguardia e pionieristiche in Europa.

Sicurezza informatica: sfide politiche e azione dell’UE

Attraverso i progetti del settimo programma quadro (7° PQ) e di Orizzonte 2020, l’Unione si sta concentrando su settori quali la crittografia, l’autenticazione digitale e le tecnologie di protezione della privacy.

Tra due anni, l’UE avrà investito quasi 1 miliardo di euro in progetti di sicurezza informatica e di privacy online, nell’ambito sia del 7° PQ sia di Orizzonte 2020. Circa la metà di questo importo si collocherà nell’ambito del partenariato pubblico-privato contrattuale sulla sicurezza informatica per il periodo 2017-2020.

Evidenziare gli sforzi di ricerca innovativi dell’UE

Questo CORDIS Results Pack espone alcuni dei progetti più promettenti e di successo di questi progetti sostenuti dall’UE. Copre nuove strutture di sicurezza e raccomandazioni per le aziende, tecnologie che affrontano questioni legate a maggiore interdipendenza e collegamento in rete di dispositivi, autenticazione, crittografia, soluzioni innovative per sviluppatori e strumenti di controllo della privacy.

Per le aziende che cercano maggiore sicurezza, il progetto MUSES fornisce un sistema aziendale indipendente da dispositivo che sarà di particolare aiuto per le aziende con una politica BYOD (Bring your own device). Dal canto suo, il progetto RASEN offre alle aziende una scatola degli attrezzi che consentirà loro di combinare la valutazione e il collaudo delle loro soluzioni di sicurezza. E Il progetto WITDOM si proponeva di agevolare la risposta alla domanda «Il cloud è sicuro?» sviluppando un nuovo quadro di sicurezza e di privacy per i dati esternalizzati in ambienti TIC non affidabili.

Neppure gli sviluppatori sono lasciati indietro. Grazie a un kit che consente loro di contemplare la sicurezza sin dalla progettazione nelle loro nuove applicazioni mobili (ASPIRE) nonché a uno strumento in grado di individuare le vulnerabilità nel loro codice sorgente (STANCE), la creazione di app e software a prova di sicurezza sarà ora molto più semplice. Infine, non in ordine di importanza, gli utenti finali trarranno beneficio da due importanti tendenze di ricerca.

La prima è la ricerca di metodi di autenticazione semplici e sicuri. ABC4TRUST, per esempio, è incentrato sulla facilità d’uso riducendo la necessità di una «sovraidentificazione» senza compromettere la sicurezza e l’anonimato dell’utente. FUTUREID, d’altra parte, consente di tracciare rapidamente il futuro degli ID elettronici multiuso.

La seconda tendenza è alimentata direttamente dalle crescenti preoccupazioni sulla privacy delle nostre attività online. PRIVACY FLAG fornisce una soluzione chiavi in mano per proteggere la nostra privacy, mentre OPERANDO si spinge oltre con una soluzione olistica per bilanciare le esigenze dei fornitori di servizi online, dei fornitori di servizi di riservatezza e degli utenti finali. Infine, i membri del progetto PQCRYPTO hanno lavorato duramente per rendere la crittografia post-quantistica una realtà prima che qualsiasi organizzazione o individuo malintenzionato potesse mettere le mani su un computer quantistico che consentisse loro di penetrare in dati sensibili e crittografati.

Questi progetti, ovviamente, forniscono solo uno sguardo parziale sul lavoro attuale dei ricercatori dell’UE. L’UE ritiene che la sicurezza informatica rappresenti un fattore chiave per la sua economia digitale e molti nuovi progetti continueranno a essere finanziati nei prossimi anni.
2018-05-30
Un approccio dal basso verso l'alto per la protezione della privacy
I recenti eventi hanno gettato un po’ di luce sulla voragine che talvolta separa gli utenti Internet che hanno a cuore la privacy dalle imprese TIC che vogliono sfruttare tutto il...
2018-05-30
Un quadro per la sicurezza e la privacy per i dati esternalizzati
Il cloud è sicuro? Questa domanda ha alimentato le conversazioni tra gli utenti di Internet da quando i primi servizi cloud sono diventati accessibili, e ancora non ha trovato una...
2018-05-30
Una soluzione olistica per un uso corretto e trasparente dei dati personali online
Molti fornitori di servizi online non forniscono ancora informazioni chiare su come proteggono i dati personali dai loro utenti. Se poi aggiungiamo la crescente diffidenza degli...
2018-05-30
Raggiungere la crittografia post-quantistica prima che sia troppo tardi
Vista la continua minaccia globale della raccolta non autorizzata di dati crittografati con la speranza di poterli successivamente penetrare, c’è la possibilità reale che un grande...
2018-01-16
Nuovi strumenti per rendere più trasparente il settore della pubblicità online
Google e Facebook, i leader del mercato, sono responsabili dei tre quarti della crescita della pubblicità su internet. Questa esplosione della pubblicità online sta sollevando serie...
2017-11-16
Una soluzione lungimirante per la riservatezza dei dati online
Il progetto VISION, finanziato dall’UE, ha sviluppato una piattaforma visiva per la privacy al fine di aiutare gli enti pubblici a fornire servizi di e-government chiari e con una...
2016-10-28
Gli strumenti gratuiti di WISER aiuteranno le piccole e medie entità a combattere le minacce informatiche
Ogni giorno le aziende e gli enti governativi sono bombardati da miliardi di minacce informatiche. Per combattere queste minacce occorre impegnare ingenti risorse di denaro e...
2016-10-21
Tenere gli intrusi lontano dalle vostre informazioni
Ricercatori finanziati dall’UE hanno sviluppato un set di strumenti di lavoro e una metodologia che supportano un approccio di navigazione per prevenire intrusi nel sistema.
2016-10-21
Gettare fondamenta sicure per costruire l’internet di domani in Europa
Ricercatori finanziati dall’UE stanno sviluppando uno strumento per la verifica della sicurezza al fine di rafforzare la fiducia dei cittadini europei nell’internet dei servizi.
2016-10-21
Una piattaforma di comunicazione ciber-sicura per applicazioni nelle reti di energia intelligenti
Il modo in cui produciamo e consumiamo energia è in continuo cambiamento e nuovi usi e applicazioni emergono regolarmente. Tutte queste applicazioni però continuano a funzionare...
2016-10-21
Un nuovo approccio alla responsabilità sulla sicurezza per i fornitori di servizi cloud
I dati personali e commerciali si spostano sempre più spesso sul cloud, diventa pertanto fondamentale proteggere le informazioni – tracciando le responsabilità della violazione...
2016-10-21
Nuova protezione contro i trojan che attaccano l’hardware
Malware, virus e altre minacce informatiche di solito attaccano il software. Sono però altrettanto pericolosi – e sempre più numerosi – i cosiddetti trojan, che infettano e...
2016-10-21
Una nuova toolbox di sicurezza per software accresce l’affidabilità dei processi esistenti
Ricercatori finanziati dall’UE hanno sviluppato una serie di strumenti di analisi del codice sorgente capaci di verificare le proprietà di sicurezza di applicazioni scritte in C,...
2016-10-21
Protezioni combinate per una maggiore sicurezza nelle applicazioni mobili
Anche se dal punto di vista puramente tecnologico sono molto avanzati, gli smartphone restano un passo indietro rispetto ai desktop in termini di sicurezza. Le applicazioni e il...
2016-10-21
Le nuove carte d’identità elettroniche offrono ai cittadini un’ampia gamma di servizi nel settore pubblico e privato
Nell’ambito di un progetto finanziato dall’UE è stata creata un’infrastruttura protetta per la gestione delle identità elettroniche, la quale potrebbe essere ampiamente impiegata in...
2016-10-21
Lavorare in modo integrato e sicuro su più dispositivi
I ricercatori finanziati dall’UE hanno sviluppato e testato un nuovo sistema di sicurezza informatica per le aziende, studiato per adattarsi alle attuali tendenze del mondo del...
2016-10-21
Un approccio alla cibersicurezza olistico e all’avanguardia
Un progetto finanziato dall’UE ha creato una serie di strumenti e di metodi scaricabili che aiutano le aziende e le organizzazioni a gestire la sicurezza informatica tramite un...
2016-10-21
Una nuova architettura di sicurezza per i sistemi integrati è pronta a sbarcare sul mercato
I sistemi informatici moderni si basano sempre più spesso su architetture integrate concepite allo scopo di risolvere problemi molto specifici. Parallelamente, l’avvento...
2016-10-21
Protezione dei dati personali in un ambiente online sicuro
Un progetto finanziato dall’UE ha sviluppato un mezzo sicuro per accedere ai servizi online, il quale richiede agli utenti di fornire informazioni personali minime. Questa...