Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Strumenti medici individuano i pazienti che hanno bisogno di aiuto

Lo sviluppo e il lancio di strumenti ambulatoriali di supporto offrono più tutela e sicurezza a chi ha bisogno di aiuto. Il progetto SENSACTION-AAL ("Sensing and action to support mobility in ambient assisted living"), finanziato dall'UE con circa 2 milioni di euro attraverso ...

Lo sviluppo e il lancio di strumenti ambulatoriali di supporto offrono più tutela e sicurezza a chi ha bisogno di aiuto. Il progetto SENSACTION-AAL ("Sensing and action to support mobility in ambient assisted living"), finanziato dall'UE con circa 2 milioni di euro attraverso il tema "Tecnologie della società dell'informazione" (IST) del Sesto programma quadro (6° PQ), introduce una tecnologia basata su sensori intelligenti collegati al corpo che permette al personale medico di iniziare gli interventi a casa del paziente. I partner SENSACTION-AAL hanno sviluppato il "DynaPort Hybrid" e l'applicazione "MoveMonitor" che permettono il rilevamento dei movimenti, la raccolta dei dati e la loro trasmissione con un unico strumento. I movimenti e la postura del paziente sono registrati da strumenti indossati dall'utente all'altezza vita, con una speciale fascia elastica. Con una singola batteria ricaricabile, il DynaPort Hybrid ha un'autonomia massima di 75 ore. I dati sono raccolti da accelerometri e giroscopi, e poi memorizzati su memorie flash. Le informazioni così raccolte possono poi essere inviate al computer dell'utente o del medico con un protocollo bluetooth wireless. Gli strumenti forniscono all'utente ulteriore assistenza nel corso degli esercizi di riabilitazione; possono, inoltre, essere configurati per la segnalazione di situazioni di pericolo quando l'utente sia vittima di un incidente. "Queste strumentazioni sono la risposta ad una domanda, sempre crescente, da parte della comunità medica di raccolta di dati a lungo termine relativi a persone con problemi di mobilità o con disturbi motori", dice Rob van Lummel di McRoberts (Paesi Bassi), partner SENSACTION-AAL che ha sviluppato le strumentazioni wireless. "Le informazioni raccolte permettono ai medici di comprendere meglio i sintomi del paziente e di decidere trattamenti adeguati". Ad esempio, i medici che hanno in trattamento pazienti con diagnosi di Parkinson saranno in grado di fornire una migliore assistenza medica perché le valutazioni saranno effettuate sulla base delle informazioni ottenute dalle strumentazioni e non solo dai sintomi riferiti dai pazienti. "La caratteristica fondamentale delle nostre strumentazioni è che permettono la raccolta dei dati su periodi più lunghi, da tre a sette giorni", aggiunge van Lummel. "Questo è importante, perché i medici devono poter vedere come i problemi di mobilità abbiano effetto sullo stile di vita quotidiano dei pazienti, mentre sono impegnati in altre attività". Secondo i partner SENSACTION-AAL, queste strumentazioni non solo miglioreranno la diagnosi di problemi di mobilità, ma saranno preziosi nella fase di riabilitazione dei pazienti perché in grado di informare gli utenti della correttezza degli esercizi eseguiti. Ultimo punto: i pazienti saranno più coscienti dei propri movimenti e della propria postura e potranno evitare troppi spostamenti da casa agli ospedali e ai centri di riabilitazione. "Siamo certi che, in futuro, un numero sempre maggiore di servizi sanitari saranno dotati di servizi a distanza presenti più nelle case dei pazienti che negli ospedali", sottolinea van Lummel. Gli esperti ritengono che l'interesse in questo campo di ricerca stia crescendo sia nei servizi sanitari pubblici che in quelli privati. Dice Lorenzo Chiari dell'Università di Bologna, coordinatore del progetto: "Le soluzioni di controllo a distanza riscuotono sempre più interesse. Ai pazienti piace il senso di sicurezza offerto da questi strumenti, mentre i medici ne apprezzano il potenziale in quanto potrebbero fornire migliori prestazioni mediche a costi minori." I partner di SENSACTION-AAL appartengono a Germania, Israele, Italia, Paesi Bassi, Slovacchia e Spagna.

Articoli correlati