Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Costi delle possibili misure di protezione ambientale

L'Agenzia europea dell'ambiente (AEA) ha pubblicato un invito a presentare offerte concernente direttive per la raccolta di dati relativi ai costi delle possibili misure di protezione ambientale. L'AEA fornisce ai responsabili della politica europei e al pubblico informazioni...

L'Agenzia europea dell'ambiente (AEA) ha pubblicato un invito a presentare offerte concernente direttive per la raccolta di dati relativi ai costi delle possibili misure di protezione ambientale. L'AEA fornisce ai responsabili della politica europei e al pubblico informazioni affidabili, oggettive e paragonabili sullo stato dell'ambiente. Le attuali raccolte di dati relative ai costi delle misure di protezione ambientale sono difficili da confrontare e aggregare e, quindi, hanno un valore limitato a livello europeo. Per rispondere a tale esigenza, il programma di lavoro dell'AEA per il 1997 contempla lo sviluppo di direttive sulla raccolta dei dati. Nella primavera del 1997, l'Agenzia ha realizzato uno studio di valutazione delle possibilità di sviluppo di direttive in questo settore. Nell'ambito dello studio sono stati individuati i principali attori del settore, ossia i gestori delle banche dati contenenti informazioni relative ai costi e gli utenti principali a livello europeo. Inoltre, è stata compilata un'estesa lista di "questioni" per le quali occorre lo sviluppo di direttive. Lo studio ha, infine, identificato le direttive esistenti in materia di raccolta di informazioni relative ai costi delle misure di protezione ambientale, confrontandole con le "questioni per quali occorre lo sviluppo di nuove direttive" già individuate. Lo sviluppo di nuove direttive riguarda le questioni seguenti: - Dati relativi ai costi: documentazione da fornire congiuntamente ai dati disponibili; dettagli relativi alle componenti dei costi; ripartizione dei costi relativi a più di una sostanza inquinante o impatto ambientale; ulteriori costi delle misure di protezione ambientale adattati agli attuali processi; variazioni dei dati relativi ai costi in funzione del luogo; incertezze relative alla normalizzazione e alla formulazione del principio di redditività; - Gestione dei dati relativi ai costi: anno base per i dati relativi ai costi; modifiche dei costi delle misure di protezione ambientale in funzione del tempo; scenario di riferimento; incertezze connesse ai costi annualizzati; tassi di sconto e d'interesse; incertezza delle metodologie; - Principali settori di applicazione delle misure di protezione ambientale: dettagli relativi alle fonti di inquinamento; classificazione delle fonti individuate; - Misure di protezione ambientale: definizione delle misure di protezione ambientale; applicabilità di tali misure; caratteristiche relative alle prestazioni (p.e. efficienza) delle misure di protezione ambientale e al loro cambiamento in funzione del tempo; misure di protezione ambientale esistenti - tecnologie future/di sviluppo; durata delle misure di protezione ambientale; - Elementi inquinanti: incertezza delle valutazioni relative alle emissioni; definizione degli elementi inquinanti. L'Agenzia cerca attualmente offerenti in grado di completare le "Direttive per la raccolta di dati relativi ai costi delle misure di protezione ambientale". I vincitori dovranno svolgere le seguenti attività: - esaminare le direttive esistenti e i risultati ottenuti nell'ambito dello studio di valutazione; - redigere proposte chiare per le direttive "facili" già definite; - realizzare un certo numero di studi particolari inerenti alle pratiche in corso (come precisato nei documenti di gara), necessari per lo sviluppo delle direttive in questione; - organizzare un processo di concertazione sulle direttive caratterizzate da una componente politica; - organizzare un processo di concertazione sulle direttive nel loro insieme; - organizzare un workshop destinato ai principali gestori della banca dati e ad altri imprenditori per discutere dei risultati finali. I lavori previsti dal contratto dovranno essere completati entro 12 mesi.