Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il Consiglio adotta una posizione comune sul Quinto programma quadro RST

Alla riunione del 23 marzo 1998 il Consiglio dell'Unione europea ha formalmente adottato la sua posizione sul Quinto programma quadro RST. In tal modo ottiene un riconoscimento ufficiale l'accordo politico raggiunto in occasione del Consiglio della ricerca del 12 febbraio 1998...
Alla riunione del 23 marzo 1998 il Consiglio dell'Unione europea ha formalmente adottato la sua posizione sul Quinto programma quadro RST. In tal modo ottiene un riconoscimento ufficiale l'accordo politico raggiunto in occasione del Consiglio della ricerca del 12 febbraio 1998. La posizione sarà ora trasmessa al Parlamento europeo per una seconda lettura.

Poiché la struttura ed il contenuto del programma approvato dal Consiglio sono in pratica simili a quelli approvati dal Parlamento nel dicembre 1997 e nelle proposte successivamente rivedute della Commissione, è ovvio che nelle fasi restanti dell'iter legislativo l'attenzione sarà rivolta alla dotazione del programma. I 14 MECU approvati dal Consiglio a titolo di stanziamento per l'intero programma doteranno la ricerca di mezzi comunitari di gran lunga inferiori alla proposta della Commissione, di 16.000 MECU, portata dal Parlamento a 16.700 MECU.

Il Commissario per la ricerca, innovazione, istruzione, formazione e gioventù Edith Cresson ha manifestato il proprio disappunto per l'accordo raggiunto dal Consiglio a seguito del Consiglio della ricerca del 12 febbraio e si è ufficialmente rivolta agli europarlamentari in due occasioni, esprimendo la propria posizione in merito. Una settimana dopo il Consiglio della ricerca, ha messo in rilievo che 14.000 MECU si sarebbero tradotti in termini reali in una diminuzione di 500 MECU rispetto alla dotazione del Quarto programma quadro. Il 3 marzo 1998 si è rivolta alla commissione parlamentare per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'energia, esortando gli europarlamentari ad aiutarla a convincere il Consiglio della necessità di maggiori stanziamenti.

La commissione avvierà formalmente il dibattito sulla posizione comune alla riunione che terrà a Bruxelles il 21 aprile 1998, ed il Parlamento dovrebbe adottare la relazione, in seconda lettura, alla sessione plenaria di Strasburgo del mese di giugno (dal 15 al 19 giugno 1998). In tal caso la seconda lettura del Parlamento sarebbe trasmessa ai ministri della ricerca in tempo utile per il Consiglio della ricerca, fissato al 22 giugno 1998.

Informazioni correlate