Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Aggiungere acqua al gasolio per motori diesel per ridurre l'inquinamento

Il progetto AQUAZOLE è stato lanciato nel febbraio 1997, nell'ambito dello strumento finanziario dell'Unione europea per l'ambiente Life, con una dotazione di 417.000 ECU, pari al 30% della spesa totale sul progetto. Obiettivo del progetto è sviluppare un combustibile a base d...
Il progetto AQUAZOLE è stato lanciato nel febbraio 1997, nell'ambito dello strumento finanziario dell'Unione europea per l'ambiente Life, con una dotazione di 417.000 ECU, pari al 30% della spesa totale sul progetto. Obiettivo del progetto è sviluppare un combustibile a base di acqua per ridurre l'inquinamento prodotto dai motori di autobus e autocarri, aiutando così a combattere l'inquinamento atmosferico nelle città senza però creare disagi all'economia, ad esempio vietando del tutto i motori diesel.

Come risultato del progetto AQUAZOLE, la società petrolifera francese Elf ha sviluppato un gasolio per motori diesel con un contenuto di acqua del 10%. La formula AQUAZOLE consiste per circa il 13% in una soluzione acquosa (acqua di rubinetto e antigelo), per il 2-3% additivi organici attivi specifici per il combustibile e per il resto gasolio convenzionale.

Il nuovo combustibile potrebbe rivelarsi molto efficace come mezzo per combattere l'inquinamento atmosferico, a patto che, nell'impiego sperimentale:

- le emissioni di NOx si riducano tra il 15 ed il 30%;
- le emissioni di particolato solido si riducano tra il 10 ed il 50%;
- il nerofumo si riduca tra il 30 e l'80%;
- il consumo di energia (e quindi il livello di emissioni di CO2) si riduca tra l'1 ed il 4%;
- le emissioni di inquinanti non regolamentati quali chetoni non aumentino.

Altri vantaggi derivanti dal nuovo combustibile comprendono il miglioramento delle proprietà anticorrosive e lubrificanti del motore, prolungandone così la vita. Però, poiché l'acqua non ha potere calorifico, aumenterà il consumo di combustibile.

I risultati del progetto AQUAZOLE sono stati presentati alla Commissione e si presume saranno utilizzati nel quadro del programma comunitario Auto-Oil, che si prefigge di elaborare raccomandazioni per nuove norme in materia di carburanti da attuare entro il 2005. Il nuovo combustibile è al momento utilizzato unicamente in via sperimentale, ma entro la fine dell'anno è previsto un lancio del prodotto a livello europeo.

Informazioni correlate

Programmi