Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Area e suolo - effetti dell'interazione della struttura durante i terremoti

Migliorare la conoscenza degli effetti della geologia di superficie e delle condizioni del suolo locale concernente la risposta del terreno e delle strutture nel corso di forti terremoti è l'obiettivo che si prefigge un nuovo progetto finanziato dall'Unione. Il progetto EURO-S...
Migliorare la conoscenza degli effetti della geologia di superficie e delle condizioni del suolo locale concernente la risposta del terreno e delle strutture nel corso di forti terremoti è l'obiettivo che si prefigge un nuovo progetto finanziato dall'Unione. Il progetto EURO-SEISMOD, sostenuto dal programma di ricerca comunitario ambiente e clima, convaliderà diversi modelli di risposta del suolo e delle strutture, utilizzando dati ottenuti dall'unico sito europeo di prova (Volvi) nel corso di un precedente progetto di ricerca europeo, EURO-SEISTEST.

Altri obiettivi del progetto comprendono l'istituzione di un database sismologico e geotecnico su Internet e la realizzazione di test per prevedere gli effetti in città europee, comprese Tessalonica, Grenoble, Nizza, Benevento, Barcellona, Lisbona e Liegi.

I partecipanti al progetto mirano a raggiungere gli stessi obiettivi tramite:

- la creazione di un insieme di forti movimenti superficiali e verticali nel bacino Volvi nei pressi di Tessalonica, un'area conosciuta per l'elevata attività sismica (1978: Ms = 6.4);
- l'utilizzo di registrazioni di movimenti deboli e forti di terremoti nell'area sperimentale di Volvi dal 1994, al fine di creare il database;
- le misurazioni GPS per l'area al fine di valutare la velocità di espansione della faglia sul sito;
- perforazione di fori profondi e tutti i tipi di verifica del terreno in loco ed in laboratorio;
- costruzione di un modello in scala 1:3 di un tipico edificio R/C con inserti in muratura completo di tutte le strumentazioni.

Il database EURO-SEISTEST ed il sito sperimentale sono aperti, ad alcune condizioni, alla comunità scientifica internazionale. Gli scienziati giapponesi lavorano già all'EURO-SEISTEST al fine di convalidare un nuovo metodo specifico per valutare gli effetti sull'area.

Informazioni correlate

Programmi