Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Relazione 1997 sulle acque di balneazione

La Commissione europea ha pubblicato la quindicesima relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione nell'Unione europea riferita al 1997.

La relazione riguarda 13.129 spiagge costiere e 6.177 zone di balneazione di acqua dolce. La relazione indica che sebbene oltr...
La Commissione europea ha pubblicato la quindicesima relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione nell'Unione europea riferita al 1997.

La relazione riguarda 13.129 spiagge costiere e 6.177 zone di balneazione di acqua dolce. La relazione indica che sebbene oltre il 90% delle zone costiere di balneazione rispetti i requisiti qualitativi minimi, i miglioramenti valutati su base annuale sono stati esigui.

Tuttavia, sono riscontrabili risultati incoraggianti relativamente alle zone di acqua dolce dove circa l'80% rispetta i requisiti minimi. Si tratta di un miglioramento notevole rispetto allo scorso anno quando circa un terzo delle zone di balneazione di acqua dolce risultavano insufficientemente controllate oppure non rispettavano i requisiti qualitativi minimi.

Le novità contenute nella relazione di quest'anno comprendono la prima presentazione da parte dell'Austria, che rivela la conformità al 96,6% con i requisiti vincolanti e all'85,1% con i valori guida più rigorosi. Le sezioni sulla contaminazione microbiologica e sulle cause della non conformità, comprese anche nella relazione di quest'anno, per chiarire alcune aree comuni di incomprensione.

Il Commissario per l'ambiente, Ritt Bjerregaard, intervenendo alla presentazione della relazione, ha ripetuto la richiesta annuale di perseverare negli sforzi volti al miglioramento della qualità delle acque di balneazione e compiere uno sforzo maggiore per migliorare la conformità ai valori guida più rigorosi per le zone costiere.

Informazioni correlate