Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Risoluzione del Parlamento su un'iniziativa europea a favore del commercio elettronico

Il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla comunicazione della Commissione relativa ad un'iniziativa europea nel settore del commercio elettronico. La risoluzione, stesa forma di bozza dalla Sig.ra Erika Mann per conto del Comitato per gli Affari economici e monet...
Il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla comunicazione della Commissione relativa ad un'iniziativa europea nel settore del commercio elettronico. La risoluzione, stesa forma di bozza dalla Sig.ra Erika Mann per conto del Comitato per gli Affari economici e monetari e la politica industriale, è stata adottata il 14 maggio 1998. La stesura ha tenuto in considerazione i contributi delle parti interessate ricevuti in risposta alla lettera aperta pubblicata nell'autunno 1997.

Il Parlamento appoggia il parere della Commissione, riconoscendo il bisogno di creare un quadro normativo a livello europeo per influire su un quadro normativo globale, e garantirne la compatibilità. Viene ribadita l'esigenza di accordi internazionali in quest'area, ed in particolare il coordinamento della politica internazionale. Nel frattempo, la risoluzione invita a negoziare un Accordo di riconoscimento reciproco con gli USA sulla protezione dei dati, sottolineando l'esigenza di un quadro legale semplice, minimalista e prevedibile in tale contesto.

Viene riconosciuto l'impatto del commercio elettronico sull'occupazione e viene appoggiata l'iniziativa della Commissione relativa allo studio ed alla relazione su tale impatto. La risoluzione sostiene che si dovrebbe sfruttare appieno il potenziale di creazione di nuovi posti di lavoro, e che dovrebbe essere offerta un'adeguata formazione e informazione a tutte le parti interessate, incluse le PMI ed i consumatori.

Viene anche enfatizzata l'esigenza di opportuni meccanismi di riequilibrio nel settore del commercio elettronico, e si avvalla la creazione di un meccanismo di arbitrato internazionale. Per quanto riguarda la ricerca, il parere del Parlamento è che il programma a tema "Creazione di una Società dell'informazione facilmente accessibile agli utilizzatori" nell'ambito dell'imminente quinto Programma quadro di RST debba sostenere lo sviluppo di standard tecnici specifici al commercio elettronico nonché tecnologie di rete generiche quali la gestione dell'accesso ai database, i motori di ricerca e la gestione delle reti. I programmi di ricerca, sia nazionali sia europei, devono anche includere delle misure atte a potenziare la capacità tecnica, al fine di ridurre i costi.

Informazioni correlate