Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Clausole legate al commercio nell'ambito del Trattato sulla carta dell'energia

La Commissione europea ha adottato una proposta relativa alla posizione comunitaria sull'emendamento delle clausole legate al commercio del Trattato sulla carta dell'energia e l'applicazione provvisoria di tali emendamenti. Il Trattato sulla carta dell'energia è stato firmato ...
La Commissione europea ha adottato una proposta relativa alla posizione comunitaria sull'emendamento delle clausole legate al commercio del Trattato sulla carta dell'energia e l'applicazione provvisoria di tali emendamenti. Il Trattato sulla carta dell'energia è stato firmato il 17 dicembre 1994 da 49 paesi e dalle Comunità europee e, sebbene non sia entrato formalmente in vigore, è stato applicato in via provvisoria sin dalla sua sottoscrizione.

La proposta della Commissione si riferisce specificamente agli emendamenti sulle clausole commerciali del Trattato, alla luce dei risultati del ciclo uruguaiano di negoziazioni commerciali multilaterali. Le clausole commerciali del trattato (articolo 29) ora non riguarderanno unicamente il commercio di materiali e prodotti energetici, ma anche di apparecchiature legate all'energia. Altre clausole del trattato legate al commercio, quali quelle relative ai dazi doganali, saranno regolamentate dalle clausole pertinenti dell'accordo dell'Organizzazione mondiale del commercio, invece che dalle clausole antiquate dell'Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio (GATT).

Tali emendamenti, una volta approvati dal Consiglio, avranno un'applicazione provvisoria, in confronto a quelle finora formalmente adottate dall'Unione europea alla Conferenza sulla carta dell'energia da parte dei firmatari del Trattato.

Informazioni correlate