Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Sforzi maggiori per sviluppare un sistema europeo di navigazione satellitare (GNSS)

A seguito della firma dell'accordo tra le tre organizzazioni direttamente interessate è stata rafforzata la cooperazione per lo sviluppo di un sistema europeo di navigazione e localizzazione satellitare. Tra i vantaggi offerti dal nuovo sistema, si annoverano una maggiore sicu...
A seguito della firma dell'accordo tra le tre organizzazioni direttamente interessate è stata rafforzata la cooperazione per lo sviluppo di un sistema europeo di navigazione e localizzazione satellitare. Tra i vantaggi offerti dal nuovo sistema, si annoverano una maggiore sicurezza del trasporto aereo, una maggiore mobilità di persone e beni ed il rafforzamento del mercato unico in Europa.

L'introduzione del sistema europeo costituirà un contributo diretto agli sforzi mondiali volti a creare un sistema mondiale di navigazione satellitare (GNSS) della seconda generazione, conseguente all'accordo stipulato a Lussemburgo il 18 giugno 1998. Antonio Rodota ed Yves Lambert, rispettivamente direttore generale dell'Agenzia spaziale europea (ESA) ed EUROCONTROL (l'organizzazione europea per la sicurezza della navigazione aerea), il commissario dei trasporti dell'UE Neil Kinnock e Gavin Strang, ministro dei trasporti del Regno Unito e presidente in carica del Consiglio dell'UE, hanno sottoscritto l'accordo di cooperazione per infondere nuovo vigore agli sforzi compiuti dall'Europa per sviluppare il GNSS.

Lo sviluppo del GNSS europeo comprenderà due fasi principali. La prima fase implicherà la messa a punto di un sistema della prima generazione, basato sui segnali trasmessi dalle esistenti costellazioni americana GPS e russa GLONASS, nonché sui sistemi civili di aumento del semidiametro che si servono di tecniche basate su tecniche spaziali, terrestri e mobili autonome. Il sistema, il cui completamento è previsto entro il 2002, sarà sviluppato dall'ESA.

La seconda fase prevede la messa a punto di un sistema della seconda generazione entro il 2010; questo offrirà servizi agli utenti civili ed il suo funzionamento sarà civile, come il controllo. Entro la metà del 1999 sarà presa una decisione in merito alla procedura da applicare per questa seconda fase.