Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Dibattito dell'IRDAC con la prossima presidenza austriaca

Il 19 e 20 giugno, a Graz (Austria), il Comitato consultivo per la ricerca e lo sviluppo industriali (IRDAC) della Commissione europea, ha organizzato un seminario per gli industriali europei, con la prossima presidenza austriaca del Consiglio dell'Unione europea. Le principal...
Il 19 e 20 giugno, a Graz (Austria), il Comitato consultivo per la ricerca e lo sviluppo industriali (IRDAC) della Commissione europea, ha organizzato un seminario per gli industriali europei, con la prossima presidenza austriaca del Consiglio dell'Unione europea. Le principali questioni discusse sono state l'adozione del Quinto programma quadro di RST e i piani di azione nazionali rivolti all'occupazione, presentati nel corso del Consiglio europeo di Cardiff del 15 e 16 giugno 1998.

Gli industriali hanno sottolineato l'importanza che rivestono innovazione e R&S per la creazione di occupazione e hanno richiesto che a tali fattori venga riconosciuta la massima priorità nei piani di azione per l'occupazione degli Stati membri. E' stato illustrato l'esempio degli Stati Uniti, dove dei dieci milioni di nuovi posti di lavoro creati nel corso degli ultimi quattro anni, un terzo sono nelle PMI nel settore dell'alta tecnologia, dove l'innovazione svolge un ruolo cruciale.

Sono anche state affrontate storie di successo europee, quali lo sviluppo dello standard europeo GMS, che è stato creato come standard globale ed ha portato ad una svolta nell'industria creando decine di migliaia di posti di lavoro. Gli investimenti occorsi nei settori della ricerca e dell'innovazione in biotecnologia hanno aumentato l'occupazione in questo campo in Europa del 42%, tra il 1996 ed il 1997.

L'incontro si è anche concentrato sulla necessità di raggiungere al più presto una decisione sul Quinto programma quadro di RST. A Caspar Einem, il Ministro austriaco del Trasporto della Ricerca, cui è affidata la presidenza per i prossimi sei mesi, è stato richiesto di portare la discussione tra gli Stati membri ed il Parlamento europeo ad una decisione prima dell'autunno, il che consentirà di pubblicare i primi bandi di gara entro la fine dell'anno.

Secondo il presidente dell'IRDAC, Helmut List, una veloce decisione sul programma risulta necessaria "al fine di garantire la continuità della ricerca a livello europeo e di affrontare i principali problemi con cui il nostro continente ora si confronta (ad es. il declino della competitività, l'inquinamento, l'invecchiamento, la crescita delle malattie infettive, la congestione nelle grandi città)". L'industria europea è molto positiva circa il nuovo approccio per risolvere i problemi proposto per il programma, ma desidera vedere un aumento delle attuali spese per la ricerca a livello europeo, al fine di affrontare le sfide che si presenteranno.

Informazioni correlate

Programmi

Argomenti

Politiche - Previsioni