Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La Commissione riesamina il progresso compiuto nell'area dei trasporti sostenibili

La Commissione europea ha recentemente pubblicato un documento di lavoro che prende in esame i problemi ambientali correlati ai trasporti mediante camion. L'obiettivo del documento è quello di focalizzare le discussioni del prossimo incontro dei Ministri dei Trasporti dell'UE,...
La Commissione europea ha recentemente pubblicato un documento di lavoro che prende in esame i problemi ambientali correlati ai trasporti mediante camion. L'obiettivo del documento è quello di focalizzare le discussioni del prossimo incontro dei Ministri dei Trasporti dell'UE, che si terrà il 15 settembre 1998, fornendo una sintesi delle proposte più importanti in materia. Illustra in modo dettagliato le diverse opzioni a livello di politica proposte dalla Commissione al fine di ottenere un sistema di trasporti più sostenibile e descrive le direzioni della politica futura.

In questo contesto, le proposte più importanti che richiedono una decisione da parte del Consiglio includono la proposta Eurovignette del 1996, l'Accordo sui Trasporti con la Svizzera (1998), la liberalizzazione del traffico ferroviario, delle merci e del traffico internazionale di passeggeri (1995), l'accordo multilaterale sui corsi d'acqua interni (1996), le norme relative al peso per i veicoli adibiti al trasporto di merci pesanti (1994), il controllo del traffico aereo (1996) e l'armonizzazione dei divieti di guida (1998).

Le proposte imminenti descritte nel documento, alle quali dovrà essere data priorità, comprendono il Libro bianco sulle tariffe dell'infrastruttura, l'infrastruttura ferroviaria ed i pacchetti finanziari, il seguito della Rete dei Cittadini, Auto-Oil II e le comunicazioni della Commissione sul trasporto aereo e l'ambiente, nonché sul benchmarking, la logistica e l'orario di lavoro nei settori esclusi dagli attuali accordi dell'UE.

La Commissione si è impegnata a controllare attentamente gli sviluppi, per garantire al massimo che venga evitata o minimizzata l'intensità dello sviluppo economico riducendo i trasporti superflui. Ciò comporterà sforzi volti a rendere più interessanti a livello commerciale modalità di trasporto più rispettose dell'ambiente. Il quadro generale, una volta posto in essere, dovrebbe contribuire in modo sostanziale ad un sistema di trasporti europei più integrato e sostenibile.