Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il CES esorta a predisporre una strategia comunitaria d'informazione R&S

Secondo il Comitato economico e sociale delle Comunità europee, nell'Unione europea è necessaria una strategia globale per le reti di informazione, valorizzazione e sostegno alla ricerca e all'innovazione. Il Comitato, in un recente parere espresso di propria iniziativa, esort...
Secondo il Comitato economico e sociale delle Comunità europee, nell'Unione europea è necessaria una strategia globale per le reti di informazione, valorizzazione e sostegno alla ricerca e all'innovazione. Il Comitato, in un recente parere espresso di propria iniziativa, esorta la Commissione ad avanzare proposte per una strategia tesa, in particolare, a migliorare il coordinamento delle attuali reti informative.

Il CES desidera che la Commissione metta in atto una strategia globale che razionalizzi i meccanismi esistenti e incorpori tutte le pertinenti politiche europee, compresi il programma quadro di RST, il piano d'azione per l'innovazione, la coesione economica e sociale, l'istruzione e la formazione, l'ampliamento e le relazioni esterne. Il Comitato sostiene che, nell'ambito di tale strategia globale, le reti di sostegno specializzate dovranno promuovere il principio della "mediazione". Queste reti di "mediazione" dovrebbero:

- promuovere le strategie di collegamento fra società;
- migliorare l'interazione fra società, istituti di ricerca e università;
- incoraggiare il monitoraggio degli sviluppi tecnologici;
- far progredire le conoscenze economiche;
- promuovere la gestione di progetti (legale, finanziaria, ecc.).

Il Comitato desidera che venga dato ampio risalto al programma "Promuovere l'innovazione e la partecipazione delle PMI" nell'imminente quinto programma quadro di RST, onde conseguire tali obiettivi. Il CES invita altresì a migliorare i legami fra reti UE di informazione/sostegno e reti di valorizzazione dei risultati della ricerca. Queste reti dovranno essere destinate esclusivamente alle esigenze dell'utenza e devono essere complementari fra loro. Onde monitorare e valutare l'operato delle varie reti, dovrà essere costituito un gruppo di utenti.

Il Comitato suggerisce inoltre di organizzare una "conferenza" telematica con tutte le reti UE, nazionali e internazionali, comprendente partecipanti da tutte le unità Innovazione degli specifici programmi del quinto programma quadro. Onde semplificare l'accesso dell'utenza comunitaria, il CES propone di promuovere gli Eurosportelli (Euro Info Centre - EIC) in quanto centro unico di accesso per tutti gli utenti. Gli EIC avrebbero pertanto il compito di guidare gli utenti verso le reti più adatte alle loro esigenze, quali per esempio informazioni sulle opportunità di ricerca, sulla valorizzazione dei risultati della ricerca e per il sostegno ai diritti di proprietà intellettuale. Da ultimo, il Comitato propone che tale strategia sia estesa a tutti i paesi candidati, come parte integrante delle loro attività di partnership pre-adesione con l'UE. Occorrerà inoltre prendere in considerazione la possibilità di stipulare accordi speciali con altri gruppi di paesi, fra cui gli altri Stati europei, i partner mediterranei e i paesi della convenzione di Lomé di Africa, Caraibi e Pacifico.

Informazioni correlate

Programmi