Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Atti del primo workshop sul co-incenerimento

Recentemente sono stati pubblicati gli atti del primo workshop europeo sul co-incenerimento tenutosi dal 9 al 10 ottobre 1997 a Belgirate (Italia). Il workshop è stato organizzato dal Laboratorio di riferimento europeo per l'inquinamento atmosferico, appartenente all'Istituto ...
Recentemente sono stati pubblicati gli atti del primo workshop europeo sul co-incenerimento tenutosi dal 9 al 10 ottobre 1997 a Belgirate (Italia). Il workshop è stato organizzato dal Laboratorio di riferimento europeo per l'inquinamento atmosferico, appartenente all'Istituto dell'ambiente del Centro comune di ricerca della Commissione europea.

Il workshop si proponeva di acquisire una visione d'insieme generale dell'attuale situazione europea circa la pratica del co-incenerimento, ovvero la pratica della combustione di materiali di rifiuto insieme a combustibili fossili. Si stima che soltanto nell'industria cementiera i rifiuti utilizzati come combustibili rappresentino circa il 10% del consumo complessivo di combustibile, con casi di alcuni impianti che sostituiscono i normali combustibili con rifiuti per una quota compresa fra il 10% e il 30%. Vengono utilizzati rifiuti quali pneumatici usati, gomma, scarti della carta, legno di scarto, solventi e oli esausti, nonché melme e plastica.

Il workshop ha raccolto informazioni di carattere generale sulla pratica al fine di consentire queste attività e gestirle. L'avvenimento ha riunito rappresentanti della Commissione e di organizzazioni nazionali, nonché esperti nel settore del co-incenerimento, per discutere gli aspetti tecnici e ambientali relativi all'attività futura della Commissione nello specifico settore.

Il presente volume contiene il testo completo di tutte le relazioni tenute durante il workshop, articolato in quattro sessioni:

- strategia della Comunità europea nella gestione dei rifiuti e nuovi sviluppi e tendenze a livello europeo;
- strategie nazionali connesse con il co-incenerimento dei rifiuti;
- gruppi di lavoro paralleli sui criteri tecnici per garantire l'equità nel co-incenerimento, le migliori tecniche disponibili nonché il controllo e il monitoraggio delle emissioni;
- relazioni dai gruppi di lavoro.