Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Prove comparative di rilevatori passivi di radon

Il radon costituisce la maggiore e più variabile fonte di esposizione pubblica alle radiazioni. Sono stati condotti studi dei livelli di radon per determinare l'ampiezza delle esposizioni medie e per individuare situazioni di esposizioni eccessive. La Commissione europea ha fi...
Il radon costituisce la maggiore e più variabile fonte di esposizione pubblica alle radiazioni. Sono stati condotti studi dei livelli di radon per determinare l'ampiezza delle esposizioni medie e per individuare situazioni di esposizioni eccessive. La Commissione europea ha finanziato una serie di sessioni di prove comparative al fine di valutare la qualità di tali misurazioni, mettendo a raffronto diretto diversi rivelatori.

Recentemente è stata pubblicata una relazione che documenta i risultati della prima sessione di prove comparative. Complessivamente, 62 laboratori hanno presentato 74 serie di misurazioni ottenute da 40 rivelatori passivi. Tali rivelatori sono stati esposti al radon e ai suoi prodotti di decadimento e quindi restituiti ai propri laboratori di origine per la valutazione. I partecipanti hanno riferito l'esposizione stimata per ciascun rivelatore prima che fossero loro rese note le esposizioni fornite ai rivelatori. La prova comparativa comprendeva tre esposizioni di laboratorio a differenti fattori di equilibrio.

I risultati vengono presentati in una serie di tabelle contenenti le informazioni seguenti:

- parametri misurati e controllati nella camera a radon NRPB;
- laboratori partecipanti alla prova comparativa;
- trattamento dell'aria durante le esposizioni di laboratorio;
- durate e ampiezze di esposizione;
- risultati del radon da rilevatori passivi;
- risultati EER da rilevatori passivi;
- risultati del radon classificati per categoria;
- deviazioni standard minime ottenute da diversi tipi di rivelatore standard.