Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Parere del CES sui programmi specifici

L'organismo che rappresenta i lavoratori, i datori di lavoro e gli altri gruppi sociali europei ha adottato un parere sulle proposte della Commissione in merito agli specifici programmi del quinto programma quadro di RST. Il parere stato adottato in occasione della seduta plen...
L'organismo che rappresenta i lavoratori, i datori di lavoro e gli altri gruppi sociali europei ha adottato un parere sulle proposte della Commissione in merito agli specifici programmi del quinto programma quadro di RST. Il parere stato adottato in occasione della seduta plenaria del Comitato economico e sociale tenutasi a Bruxelles il 10 settembre 1998.

Nel parere, il Comitato invita a stanziare, per i programmi, una dotazione di bilancio sensibilmente pi alta rispetto a quella adottata dal Consiglio nella sua posizione comune del febbraio 1998. Il Comitato, inoltre, sostiene che ogni azione chiave deve disporre di risorse sufficienti a promuovere la partecipazione necessaria a raggiungere la massa critica indispensabile per affrontare in maniera adeguata i problemi di maggiore complessit .

Il CES richiede provvedimenti che garantiscano l'efficacia dell'approccio integrato al quinto programma quadro, mediante sistemi di previsioni e valutazione, diagrammi di tendenza e misure delle prestazioni per monitorare i programmi e le azioni chiave. Efficienti gruppi consultivi bottom-up devono essere sostenuti da una rete di analoghi gruppi nazionali nell'intento, fra l'altro, di evitare la costituzione di club esclusivi.

Occorre definire chiaramente le responsabilit di ogni azione chiave, con una precisa indicazione delle strutture manageriali e di obiettivi prefissati e rientranti in un determinato scadenzario. Onde agevolare l'accessibilit , il Comitato intende inoltre promuovere procedure e criteri armonizzati e trasparenti per la valutazione delle proposte. Le iniziative di valutazione potrebbero porsi come complemento dei progetti, al fine di conseguire vantaggi pratici e risolvere problemi comuni.

Il Comitato fa rilevare la necessit di mettere a disposizione corsi di formazione nelle nuove competenze indispensabili per gestire la variet di discipline e settori, dando tuttavia ampio spazio alle questioni riguardanti le PMI, gli utenti finali e la standardizzazione, nonché gli sviluppi dell'innovazione e delle risorse umane. Onde sfruttare appieno gli strumenti dell'innovazione, occorrer definire chiaramente la funzione delle "cellule innovazione" di ogni azione chiave, nonché snellire e semplificare le procedure per la partecipazione delle PMI. Inoltre, il CES desidera che le azioni previste dal programma in favore dell'accrescimento del potenziale umano siano pi strettamente connesse con le azioni chiave.

Da ultimo, secondo il Comitato, il programma sulla ricerca nucleare dovrebbe concentrarsi maggiormente sulla sicurezza della fissione nucleare al fine di migliorare gli aspetti di sicurezza delle attuali centrali nucleari europee. Il CES esorta inoltre a definire con maggiore chiarezza il ruolo del Centro comune di ricerca in materia di sostegno alle politiche comunitarie e di promozione della qualit , degli standard e della tutela del consumatori. Secondo il Comitato, il CCR dovrebbe concentrarsi su alcune aree di eccellenza per garantire massa critica, alto profilo e risultati pratici.

Informazioni correlate