Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Ridurre le emissioni nocive provenienti da impianti di incenerimento dei rifiuti

La Commissione europea ha adottato una proposta per una direttiva sull'incenerimento dei rifiuti che limita le emissioni di tutti gli agenti inquinanti pericolosi, in particolare di diossine, furani e metalli pesanti, prodotti dagli inceneritori. Lo scopo della legislazione è ...
La Commissione europea ha adottato una proposta per una direttiva sull'incenerimento dei rifiuti che limita le emissioni di tutti gli agenti inquinanti pericolosi, in particolare di diossine, furani e metalli pesanti, prodotti dagli inceneritori. Lo scopo della legislazione è istituire misure di controllo sull'incenerimento dei rifiuti non disciplinati dall'attuale direttiva sull'incenerimento dei rifiuti pericolosi (94/76/CE). Essa riguarda pertanto rifiuti urbani e altri rifiuti pericolosi quali oli usati, solventi e rifiuti di origine medica al fine di colmare le lacune legislative nel settore.

La piena attuazione delle disposizioni contenute nella proposta ridurrebbe, entro il 2005, le emissioni totali di diossine e furani provocate dall'incenerimento dei rifiuti urbani, dei rifiuti di origine medica e dei fanghi di depurazione approssimativamente del 99% rispetto ai livelli del 1994, anche se si verificasse l'atteso aumento della quantità di rifiuti inceneriti. Ciò garantirebbe altresì il conseguimento del 90% dell'obiettivo di riduzione previsto dal Quinto programma d'azione a favore dell'ambiente.

La proposta prevede inoltre rigorosi limiti di emissione per il mercurio ed il cadmio, ponendo una riduzione rispettivamente a 7,1 e a 1,1 tonnellate/anno, ma anche riduzioni di emissioni di gas acidi compresi HC1, NOx e SO2. Inoltre, la proposta imposta una metodologia completa per determinare i valori limite di emissione ed i parametri operativi per impianti di coincenerimento.