Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Relazione finale della task force ambiente-acqua

La task force della Commissione europea per l'ambiente e l'acqua ha recentemente pubblicato una relazione finale, intitolata: "Acqua dolce: una sfida per la ricerca e l'innovazione". La task-force è stata creata nel 1996 al fine di definire le priorità per la ricerca relativa ...
La task force della Commissione europea per l'ambiente e l'acqua ha recentemente pubblicato una relazione finale, intitolata: "Acqua dolce: una sfida per la ricerca e l'innovazione". La task-force è stata creata nel 1996 al fine di definire le priorità per la ricerca relativa all'acqua, rafforzare il coordinamento tra le attività di ricerca pertinenti a livello europeo, nazionale e privato e promuovere un ambiente favorevole all'innovazione nel settore.

E' stato attuato un ampio processo di consultazione, basato sugli orientamenti prioritari in materia di ricerca e d'innovazione nell'uso e nella gestione dell'acqua dolce, individuati dalla stessa task-force. Il processo comprende una campionatura dei vari elementi interessati al settore dell'acqua dolce, quali ricercatori, impianti idrici e di acque usate, fornitori di tecnologie e servizi, organismi di regolamentazione e responsabili della pianificazione urbana e del suolo. La relazione passa in rassegna le iniziative in corso nell'ambito del Quarto programma quadro ed individua gli aspetti complementari delle diverse discipline scientifiche, tecnologiche ed economiche nonché le sinergie possibili tra le iniziative a livello europeo, nazionale, locale e del settore privato.

La relazione finale fissa le priorità per la ricerca e l'innovazione nel settore della gestione e dell'uso dell'acqua dolce sulla base delle consultazioni avute e mira ad offrire una maggiore trasparenza e chiarezza in merito. Nella relazione è inserita un'ampia gamma di iniziative che vanno dalla ricerca di base alla dimostrazione pilota, all'istruzione e formazione, fino allo sviluppo tecnologico ed all'attività prenormativa. Ne risulteranno spunti utili per la definizione dettagliata delle azioni chiave proposte in materia di gestione sostenibile e di qualità dell'acqua nell'ambito del prossimo Quinto programma quadro RST.

La relazione comprende le sezioni seguenti:

- preparare la strada ad iniziative comunitarie future;
- progresso nella realizzazione delle iniziative;
- iniziative fondamentali in materia di gestione sostenibile e di qualità dell'acqua;
- le dieci linee d'azione prioritarie;
- le linee d'azione e gli assi prioritari fissati dalla task force;
- sommario del processo di consultazione esterna;
- criteri di selezione per la fissazione di priorità in relazione alla ricerca nel settore dell'acqua dolce;
- analisi e dati consuntivi in merito agli antefatti.

Informazioni correlate

Programmi