Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Attività europee di RST riguardanti lo sviluppo di Internet

La Commissione europea ha recentemente pubblicato una nuova relazione di sintesi delle attività europee di RST in merito allo sviluppo di Internet. In particolare, la relazione esamina i modelli suggeriti per la "prossima generazione di Internet" come risposta all'esplosiva cr...
La Commissione europea ha recentemente pubblicato una nuova relazione di sintesi delle attività europee di RST in merito allo sviluppo di Internet. In particolare, la relazione esamina i modelli suggeriti per la "prossima generazione di Internet" come risposta all'esplosiva crescita nel numero di utenti di servizi Internet e all'evoluzione dalle originali applicazioni dedicate esclusivamente all'utilizzazione accademica ai diffusi servizi utilizzati dal pubblico generale.

La relazione fa notare che per i vari tipi di applicazioni di Internet sono necessari requisiti tecnologici diversi. Gli attuali servizi Internet sono considerati ancora troppo lenti, insicuri e inaffidabili e, quindi, è largamente riconosciuta la necessità di approfondire la ricerca e lo sviluppo tecnologico.

La relazione descrive l'impegno della RST comunitaria in questo campo, mediante i programmi Tecnologie dell'informazione (ESPRIT) e Tecnologie e servizi avanzati di comunicazione (ACTS), e riporta particolari sul seguito che verrà dato a questi programmi durante il prossimo programma quadro. Nelle conclusioni vengono individuate 6 nuove sfide politiche europee e sottolineato in modo particolare l'impatto socioeconomico delle disparità nell'uso di Internet.

La relazione è suddivisa nei seguenti capitoli:

- riepilogo delle politiche;
- contributi mediante l'attuale RST europea:
. consolidare le fondamenta;
. alta velocità per l'informazione multimediale;
. trovare ciò che si cerca: intermediazione, elenchi, agenti intelligenti e metadati;
. evitare ciò che non si desidera;
. proteggere i diritti di proprietà intellettuale;
. creare nuovi mercati per le risorse culturali europee;
. promuovere l'uso commerciale e la migliore pratica;
. più facile collaborazione fra ricerca e università;
. la Rete nelle scuole;
. nuove applicazioni per lo sviluppo regionale e l'assistenza sanitaria;
. piano d'azione per promuovere l'uso sicuro di Internet;
- nuove sfide politiche.

Informazioni correlate