Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Residui di antiparassitari nell'ortofrutta

I risultati dei programmi nazionali di sorveglianza sui residui di antiparassitari nell'ortofrutta rivelano che, nel 3% di 41.000 campioni di ortofrutta selezionati negli Stati membri ed in Norvegia si eccedevano i livelli residui massimi. In un programma coordinato a livello ...
I risultati dei programmi nazionali di sorveglianza sui residui di antiparassitari nell'ortofrutta rivelano che, nel 3% di 41.000 campioni di ortofrutta selezionati negli Stati membri ed in Norvegia si eccedevano i livelli residui massimi. In un programma coordinato a livello dell'Unione europea, sono stati analizzate cinque qualità di ortofrutta per verificare la presenza di sette antiparassitari di uso comune e di due gruppi di antiparassitari. Dai risultati è emerso che la lattuga contiene il più alto livello di residui, seguita dall'uva, dalle fragole, dalle mele e dai pomodori.

Solitamente i livelli di residui antiparassitari negli alimenti sono determinati principalmente per tre motivi:

- ridurre al minimo l'esposizione dei consumatori all'ingestione di antiparassitari nociva o inutile;
- controllare che gli antiparassitari siano utilizzati correttamente;
- favorire la libera circolazione, all'interno del mercato unico, dei prodotti che hanno subito trattamenti antiparassitari.

Per 73 antiparassitari i livelli sono fissati su scala europea, mentre per gli altri i livelli residui massimi possono essere fissati su scala nazionale. La normativa comunitaria prevede che gli Stati membri debbano prendere tutte le misure necessarie per garantire il rispetto dei livelli residui massimi, procedendo a controlli a campione. Si ricava dai risultati dell'ultimo programma, realizzato su base annuale, che i residui riscontrati con maggiore frequenza e che più spesso eccedono i rispettivi livelli residui massimi sono i ditiocarbammati. Il valore maggiore riscontrato superava di oltre dieci volte il livello residuo massimo fissato per legge.

Argomenti

Agricoltura - Sicurezza