Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La Commissione a sostegno di una strategia UE in materia di GNSS

Il 12 gennaio, in occasione di una sessione del Parlamento europeo, l'On. Brigitte Langenhagen (Germania) è intervenuta in merito a una comunicazione della Commissione europea su una strategia comunitaria in materia di sistemi globali di navigazione via satellite (GNSS). Tra l...
Il 12 gennaio, in occasione di una sessione del Parlamento europeo, l'On. Brigitte Langenhagen (Germania) è intervenuta in merito a una comunicazione della Commissione europea su una strategia comunitaria in materia di sistemi globali di navigazione via satellite (GNSS). Tra le altre richieste, l'On. Langenhagen ha invitato la Commissione ha prendere tutte le misure necessarie per promuovere la cooperazione internazionale nel settore del GNSS.

La Commissione europea chiede l'accordo degli Stati membri, all'inizio del 1999, in merito alla strategia dell'Unione europea per il settore del GNSS. In base alla comunicazione, questo mercato mondiale in piena espansione ha un valore di 50 miliardi di dollari; in considerazione di questo fatto, la Commissione ritiene che la soluzione ideale, sul lungo termine, è la cooperazione con tutti i partner internazionali dell'UE.

A tale scopo, la Commissione invita gli Stati membri ad avviare le consultazioni con i principali operatori internazionali "al fine di studiare la possibilità di realizzare un sistema comune accettabile". Se questo non fosse possibile, l'obiettivo dell'UE diventerebbe un sistema GNSS europeo indipendente, da realizzare tenendo conto degli sviluppi tecnologici in grado di ridurre sensibilmente i costi di tale operazione.

I costi di un sistema GNSS europeo si aggirano fra i 400 milioni e i 400 miliardi di euro, a seconda della qualità del sistema, e il finanziamento avverrebbe mediante una partnership fra i settori pubblico e privato.

Il Commissario Neil Kinnock ha dichiarato che l'impostazione comunitaria per lo sviluppo del sistema GNSS era di vitale importanza. L'Europa potrebbe addirittura decidere di non avere nessun sistema. Si tratterebbe certo della soluzione più economica, ma soltanto sul breve periodo. Una simile inazione comporterebbe oneri immensi sul lungo termine e renderebbe l'UE dipendente da un sistema sul quale non potrebbe esercitare alcun controllo o influenza.

Brigitte Langenhagen, che rappresenta la commissione parlamentare per i trasporti, ha chiesto agli Stati membri di indire un Consiglio europeo Spazio, a livello di Capi di Stato e di Governo, onde formulare decisioni inequivocabili sugli orientamenti strategici, tecnici e di bilancio, ed ha indicato che il Consiglio dovrebbe valutare i vantaggi di tenere una Conferenza mondiale su tale problematica.

DE EN ES