Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Invito del BSI a presentare commenti sulle norme di tutela digitale

Il British Standards Institution (BSI) ha pubblicato una bozza di dibattito su una norma in materia di conservazione perpetua di documenti elettronici ed oggetti associati e invita a presentare critiche costruttive e commenti, in particolare la comunità internazionale.

Second...
Il British Standards Institution (BSI) ha pubblicato una bozza di dibattito su una norma in materia di conservazione perpetua di documenti elettronici ed oggetti associati e invita a presentare critiche costruttive e commenti, in particolare la comunità internazionale.

Secondo il BSI, i musei sono particolarmente interessati alla conservazione sul lungo periodo di informazioni in forma digitale. Da un lato è sempre maggiore la pressione esercitata affinché le raccolte siano digitalizzate, al fine di estendere l'accesso on line ai visitatori. Dall'altro, i musei esitano nell'investire risorse per creare patrimoni di informazione la cui durata possa essere limitata all'attualità del software e dell'hardware utilizzati per la loro realizzazione.

Gli archivi hanno un problema simile con le raccolte di documenti del passato, in quanto i documenti attuali che si richiede vengano raccolti negli archivi ufficiali sono creati con mezzi elettronici.

Anche le università ed i ricercatori sono interessati alla questione. Se i ricercatori del futuro devono essere in grado di accedere a serie ordinate di dati di ricerca storica, occorre trovare soluzioni all'archiviazione a lungo termine di patrimoni digitali.

Il BSI ritiene sia probabile che progetti che affrontano tali problemi saranno idonei a ricevere il finanziamento nell'ambito del Quinto programma quadro comunitario.

Informazioni correlate

Paesi

  • 271485480