Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Mappare l’espansione futura del settore della biotecnologia in Europa

È stata appena lanciata una tabella di marcia ideata per creare un fiorente settore di biotecnologia industriale da 50 miliardi di euro in Europa entro il 2030.
Mappare l’espansione futura del settore della biotecnologia in Europa
La tabella di marcia è stata presentata alla conferenza finale di alto livello del progetto BIO-TIC, finanziato dall’UE. La conferenza, tenutasi a Bruxelles e intitolata “Dagli insetti agli affari: sbloccare la bioeconomia in Europa”, ha discusso anche lo stato attuale della biotecnologia industriale con interventi da parte di importanti figure del mondo degli affari.

La biotecnologia industriale – conosciuta anche come biotecnologia bianca – usa gli enzimi e i micro-organismi per migliorare i processi industriali e creare prodotti di valore in settori come le sostanze chimiche, i prodotti alimentari e i mangimi, la sanità, i detergenti e l’energia. Per esempio, la biotecnologia industriale può contribuire a ridurre il tempo necessario per cuocere il pane, aumentare il raccolto delle vigne e risparmiare energia quando si lava la biancheria. Anche i processi biotecnologici costituiscono un elemento chiave nella produzione di alcuni antibiotici, vitamine, amino acidi e altre sostanze chimiche fini.

BIO-TIC, che è stato avviato nel 2012, prevede che il mercato per i prodotti industriali derivati dalla biotecnologia sia destinato a espandersi rapidamente. Il team del progetto ritiene che questo sviluppo sarà spinto in gran parte dall’esigenza di sostituire i materiali a base di carburanti fossili, man mano che l’Europa si sposta verso un’economia più sostenibile ed efficiente dal punto di vista delle risorse. Rimangono tuttavia ostacoli significativi da superare per sfruttare appieno le opportunità industriali della biotecnologia, come per esempio la competitività economica dei prodotti rispetto agli attuali prodotti a base di carburanti fossili.

La tabella di marcia BIO-TIC, che è il culmine di tre anni di lavoro, è stata creata per superare queste sfide. Il piano delinea dieci raccomandazioni pragmatiche di azione, come migliorare le opportunità per i produttori di materie prime nell’ambito della bioeconomia, studiare l’ambito d’uso di nuova biomassa, sviluppare una forza lavoro che possa mantenere la competitività dell’Europa nella biotecnologia industriale e introdurre una politica a lungo termine, stabile e trasparente e uno schema di incentivi per promuovere la bioeconomia.

La tabella di marcia inoltre raccomanda di migliorare la percezione pubblica e la conoscenza della biotecnologia industriale e dei prodotti bio, identificando e sviluppando le capacità dell’UE in termini di progetti pilota e strutture di dimostrazione, promuovendo l’uso di co-prodotti e migliorando la bioconversione e le fasi di lavorazione a valle. Infine invita a migliorare l’accesso ai finanziamenti per progetti di bioraffineria e rapporti più forti tra elementi tradizionali e non tradizionali nella catena del valore.

Per spingere l’innovazione tecnologica più avanti e costruire fondamenta solide per un settore di biotecnologia industriale in crescita nell’UE, il progetto ha anche cercato di incoraggiare la crescita di una comunità biotecnologica industriale online. La piattaforma di BIO-TIC è stata recentemente lanciata ed è diventata la piattaforma web più importante per gli esperti di biotecnologia e per le aziende interessate a scambiarsi vedute, discutere le opportunità di finanziamento e presentare il proprio talento e i propri prodotti.

I partner di BIO-TIC volevano anche dare all’industria e ai fautori delle politiche una valutazione più accurata della biomassa e della sostenibilità nella biotecnologia industriale. Lo “strumento di sostenibilità per prodotti biologici” è stato sviluppato al fine di raccogliere i dati pubblicati sugli impatti ecologici, ambientali e socio-economici. L’obiettivo era raccogliere una serie di “profili ecologici” per i relativi bioprocessi e dare agli utenti l’opportunità di consultare i dati esistenti sulla sostenibilità su una serie di prodotti biologici con un semplice click. I prodotti presenti nel database sono stati scelti in base alla loro rilevanza per il progetto BIO-TIC.

Il progetto BIO-TIC si è concluso ufficialmente alla fine di luglio 2015.

Per ulteriori informazioni, visitare:

BIO-TIC
http://www.industrialbiotech-europe.eu/

Fonte: Sulla base di comunicati stampa e pubblicazioni del progetto BIO-TIC.

Informazioni correlate