Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Una chiave innovativa per risolvere i problemi del terzo mondo

La tecnologia di Watly sfrutta l’energia solare per produrre elettricità, purificare le acque reflue e di mare e fornire connettività a internet. Marco A. Attisani ci parla di questo dispositivo rivoluzionario e di come i finanziamenti dell’UE lo hanno aiutato a portarlo un passo più vicino al mercato.
Una chiave innovativa per risolvere i problemi del terzo mondo
Con lo Strumento PMI, Orizzonte 2020 aiuta le PMI più creative dell’UE a trasformare i loro ambiziosi concetti e prototipi in prodotti commerciali di successo. Watly è una delle prime aziende ad aver beneficiato di questo aiuto. La sua tecnologia che associa la purificazione dell’acqua, la produzione di energia solare, la connettività Wi-Fi e il crowdfunding per le persone bisognose è, secondo i suoi inventori, destinata a rivoluzionare il mondo odierno.

La società moderna si basa sull’elettricità, un accesso facile alle risorse idriche e la connettività, ma queste sono considerate un lusso in molte parti del mondo. Questi tre aspetti sono anche strettamente correlati: le popolazioni più povere vivono in gran parte in regioni con scarso o senza accesso all’acqua e con infrastrutture molto precarie. Queste regioni, come l’Africa, il Sud America e alcune parti dell’Asia, sono pesantemente colpite dalle conseguenze dei cambiamenti climatici nonostante siano indietro nel processo di industrializzazione che li ha causati, mentre la loro risorsa più abbondante, il sole, non viene sfruttata.

Fondato nel 2013, il merito di Watly sta nel suo approccio innovativo. Invece di considerare ognuno dei problemi menzionati qui sopra individualmente, il fondatore di Watly, Marco A. Attisani e il suo team li hanno assemblati come pezzi di un puzzle, che una volta completato avrà come risultato una forma di uguaglianza sostenibile a lungo termine e il benessere per la popolazione mondiale in aumento.

Il loro lavoro ha avuto come risultato lo sviluppo di una tecnologia in grado di sfruttare l’energia solare non solo per produrre elettricità, ma anche per pulire le acque reflue e l’acqua di mare e fornire agli utenti una potente connettività a internet. Il prototipo del dispositivo, che ha appena beneficiato di uno studio di fattibilità grazie ai finanziamenti dell’UE nella fase 1 dello Strumento PMI nell’ambito del progetto WATLY (“An autonomous and mobile water treatment plant powered by solar energy”), sarà messo a disposizione nel 2016 sia mediante la vendita tradizionale che con il crowdfunding.

Come avete avuto l’idea di associare Wi-Fi, trattamento delle acque ed energia solare nello stesso dispositivo?

La civiltà moderna ha tre esigenze di base e non potevamo progettare una soluzione moderna senza integrare questi tre elementi.
Alcuni critici ci dicono che alla nostra tecnologia manca un punto focale e che dovremmo limitare le capacità di Watly in modo esclusivo al trattamento delle acque o alla produzione di elettricità. Questo tipo di critiche sono assolutamente inconsistenti con le attuali possibilità tecnologiche. Chiedereste al produttore del vostro smartphone di costruire un telefono con solo una tastiera per fare chiamate o un altro provvisto solo di videocamera per fare foto e girare video? Ne dubito. Se un telefono cellulare può fare 1 000 cose, perché limitare una macchina al peso di 10 tonnellate e alla lunghezza di 35 metri? Watly fornisce servizi multipli perché ognuno di essi è strettamente correlato con l’altro. Inoltre non competiamo con i sistemi di filtraggio dell’acqua o con i generatori di elettricità al di fuori della rete. Abbiamo creato un nuovo paradigma tecnologico e questo non è che l’inizio. Seguiranno altre funzioni.

Com’è stato ricevuto questo dispositivo dal mercato finora?

C’è un grandissimo interesse da parte di potenziali clienti in tutto il mondo, dal settore pubblico, le scuole e gli ospedali, alle grandi società e le ONG. Siamo in contatto con alcuni governi africani che stanno facendo grandi investimenti per risolvere i loro problemi di acqua ed elettricità, con prestigiosi rappresentanti indiani e con l’esercito indiano. Anche il Medio Oriente sarà per noi un mercato estremamente interessante, specialmente Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Qatar. Lì i soldi non sono un problema, il sole splende 360 giorni l’anno e l’acqua di mare è ovunque. Watly può trasformare questi paesaggi aridi in terre fertili e città intelligenti, quindi non mi sorprenderebbe se i nostri primi clienti venissero da questa parte del mondo.
Ci rivolgiamo anche a grandi società e ONG come sponsor: possiamo aumentare l’impatto generale delle campagne di responsabilità sociale aziendale delle aziende private o aiutare le fondazioni a raccogliere fondi in modo più trasparente ed efficiente. Quello che abbiamo in mente per Watly è un futuro di crescita esponenziale identica a quelle delle aziende digitali.

Cos’è il Watly-L? A che punto siete con il suo sviluppo?

Watly-L era il nome iniziale che usavamo per la versione più grande di Watly. Era una macchina a forma di arco lunga 40 piedi. Non abbiamo abbandonato completamente l’idea, ma per il momento, ci siamo allontanati dalla progettazione precedente e abbiamo optato per la versione modulare a forma di “H”. Sta però arrivando una nuova linea di prodotti con prestazioni eccezionali e un design fuori dal comune.

Può dirci qualcosa in più sul concetto dell’app Lively?

Lively è il software che gira sull’hardware di Watly. Per raccogliere fondi per beneficienza, le organizzazioni promuovono vari modelli filantropici di crowdfunding come il micro-prestito, il micro-volontariato e le micro-donazioni. Manca però ancora qualcosa di molto importante: la soddisfazione che deriva solo dal sapere oggettivamente e immediatamente che, con la nostra donazione, abbiamo aiutato una persona specifica che aveva bisogno.
Con Lively, i filantropi internazionali e i donatori possono fare proprio questo: trasformiamo direttamente le donazioni in acqua pulita ed elettricità gratis ed è possibile selezionare la comunità o la persona cui si desidera donare e interagire con lui/lei in tempo reale mediante immagini e video live. Con un semplice click, si trasferisce un credito (mediante un sistema sicuro) alla persona bisognosa. Quest’ultima potrà poi “scaricare” acqua pulita o energia elettrica gratuita istantaneamente. Permette una profonda esperienza emotiva e la garanzia che il denaro arrivi direttamente alla persona prescelta. Lively fornisce anche informazioni sul profilo dei beneficiari preferiti, anticipa le tendenze del loro consumo di acqua ed elettricità e fornisce aggiornamenti sul benessere della persona di cui ci si occupa.

Adesso che avete completato la fase 1 del finanziamento dell’UE nell’ambito dello Strumento PMI, quali sono i prossimi passi? Avete intenzione di richiedere la fase 2 del finanziamento?

Creare qualcosa d’importante in Europa non è facile, gli investitori infatti non sono tanto audaci quanto negli USA. Abbiamo però questo eccezionale strumento chiamato Strumento PMI, che sta dando un grande contributo alla promozione dell’innovazione. Orizzonte 2020 è una grande opportunità per le aziende europee innovative e voglio congratularmi con le persone che ci hanno creduto e che lo hanno reso possibile. Abbiamo già fatto domanda per la fase 2 e non vediamo l’ora che la nostra proposta venga accettata. Se ci riusciremo, faremo del nostro meglio perché Watly abbia un grande successo!

Come avviene esattamente il processo di trattamento delle acque reflue e in cosa è diverso rispetto alle tecnologie esistenti?

Il processo di purificazione di Watly funziona esclusivamente a energia solare e si basa sul principio fisico della distillazione del vapore compresso. La qualità dell’acqua purificata da Watly è eccezionale: assolutamente pura, con una bassa mineralizzazione e con un perfetto equilibrio di pH (6.8 – 7.2). Watly desalinizza efficacemente l’acqua di mare ed elimina tutti i patogeni e i microorganismi dalle acque inquinate, compresi virus, batteri, parassiti, funghi e cisti. Rimuove i composti inorganici e i veleni. Purifica l’acqua da qualsiasi composto organico e i contenuti liquidi delle latrine e purifica persino l’acqua radioattiva senza bisogno di sostituire membrane o filtri.
La distillazione del vapore compresso è di gran lunga il metodo più efficace e potente per la purificazione dell’acqua e la desalinizzazione e noi lo associamo ai motori termici progettati e costruiti per ottenere un eccezionale livello di efficienza, il 97% rispetto al 30-70% dei metodi standard.
Infine, Watly è scalabile: un Watly è una macchina individuale, ma due o più Watly diventano una rete intelligente. Lo chiamiamo “Energynet”, una rete intelligente nella quale acqua ed elettricità si fondono insieme alle tecnologie dell’informazione.

Avete richiesto un finanziamento di H2020 per fare uno studio di fattibilità. A quali conclusioni siete arrivati?

Proteggendo i vantaggi di pochi dalla miseria di molti, la nostra società produce energia a spese del pianeta sul quale viviamo. La nostra economia basata sui carburanti fossili però sta crollando. Quello di cui abbiamo bisogno è un nuovo paradigma economico che possa portarci in un futuro sostenibile e c’è una sola cosa che può portarci fin lì: il sole. Considerando che 40 minuti di irradiazione solare equivale al consumo annuale di energia della popolazione mondiale, penso veramente che dovremmo smettere di scavare la terra e cominciare a guardare il cielo.
C’è un enorme mercato per quegli imprenditori e investitori che desiderano fare un passo avanti. Stiamo parlando di migliaia di miliardi di euro e un mercato che copre Africa, Medio Oriente, una parte significativa dell’Asia e del Sud America. Ci si può rivolgere a questi potenziali mercati con diversi modelli di business, dalle vendite di hardware alla fornitura di servizi, ma il nostro studio di fattibilità è arrivato a una conclusione chiara: siamo i pionieri e i primi rappresentanti della terza Rivoluzione industriale. Per questo motivo, potremmo diventare presto i leader di questo mercato.

Quando pensate che Watly sarà commercializzato?

Saremo pronti per il lancio sul mercato della versione definitiva di Watly nel primo trimestre del 2016.

Per ulteriori informazioni, visitare:

WATLY
http://watly.co/

Fonte: Intervista nel numero 45 della rivista research*eu risultati, pagina 9.

Informazioni correlate