Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuove molecole danno speranza ai pazienti con cancro pancreatico

Ricercatori dell'UE hanno identificato e valutato nuove molecole che potrebbero permettere di sviluppare farmaci anticancro salvavita.
Nuove molecole danno speranza ai pazienti con cancro pancreatico
Ricercatori finanziati dall'UE hanno compiuto notevoli progressi nello sviluppo di nuovi farmaci in grado di migliorare l'aspettativa e la qualità di vita dei pazienti affetti da tumore del pancreas. Tramite lo screening sistematico di composti sia naturali sia ottenuti per sintesi chimica, il team del progetto PANACREAS (Integrating chemical approaches to treat pancreatic cancer: making new leads for a cure) è riuscito a identificare un numero di obiettivi molecolari che sembrano capaci di arrestare il progedire del cancro.

La conferma della forte azione antitumorale potrebbe portare a ulteriori test e valutazioni per queste molecole, e si spera eventualmente all'applicazione clinica di nuovi farmaci antitumorali.

Il cancro del pancreas, o adenocarcinoma pancreatico (PDAC), è uno dei tumori umani più aggressivi che causa 34 000 decessi l'anno solo nell'UE. Malgrado i grandi sforzi compiuti dalla ricerca negli ultimi decenni, le terapie tradizionali – tra cui la chirurgia, la radioterapia, la chemioterapia e la combinazione di esse – non hanno pressoché alcun effetto sul decorso di questo tumore aggressivo, che metastatizza rapidamente con esito infausto per quasi tutti i pazienti.

Sono pertanto urgentemente necessari nuovi trattamenti per il PDAC, al fine di migliorare lo stato fisico e psicologico dei pazienti, contribuendo al contempo alla riduzione dell'onere dei costi sanitari nell'UE. Inoltre, le potenziali nuove molecole identificate da PANACREAS potrebbero incentivare l'innovazione tecnologica, creare nuove opportunità per le aziende farmaceutiche europee e rafforzare la reputazione della ricerca europea per aver scoperto trattamenti per malattie comunemente ritenute incurabili.

La ricerca di nuovi farmaci per combattere la progressione del PDAC, allungando così l'aspettativa di vita dei pazienti e riducendo i costi sanitari, è una priorità per l'UE.

Il progetto PANACREAS ha riunito medici, ricercatori traslazionali, chimici e due aziende farmaceutiche in un tentativo integrato di sintetizzare e convalidare nuovi farmaci per il PDAC. Sono stati condotti saggi, modelli e ricerche in silico per identificare gli inibitori di vari noti soppressori dei tumori. Il team ritiene che determinati enzimi e proteine possano essere implicati nella diffusione del PDAC.

Il programma di lavoro del progetto ha cercato di affrontare in particolare le difficoltà cliniche incontrate dai ricercatori durante lo sviluppo di terapie sostenibili per il PDAC. Tra queste la resistenza delle terapie tradizionali e l'elevata propensione del tumore a metastatizzare. Si è tenuto conto di questi aspetti per la selezione dei possibili obiettivi molecolari.

Il team del progetto ha sintetizzato nuove molecole, valutato la loro capacità di bloccare efficacemente i meccanismi precisi associati al cancro e determinato la loro attività anticancro in vivo. Le molecole che mostravano un'attività antitumorale più promettente nelle cellule PDAC sono poi state studiate più a fondo. Sono stati condotti anche screening chimici al fine di individuare i composti con azione sintetica letale nei PDAC.

I composti più promettenti sono stati inviati al Centro di oncologia integrata CIO Colonia-Bonn, per la convalida delle potenzialità terapeutiche. Il CIO Colonia-Bonn è certificato dalla Fondazione tedesca per il cancro (Deutsche Krebshilfe) come uno dei primi cinque centri di eccellenza tedeschi per l'ematologia e l’oncologia clinica.

Il progetto PANACREAS si è ufficialmente concluso alla fine di febbraio 2016.

Per ulteriori informazioni, visitare:
Sito web del progetto PANACREAS

Fonte: Sulla base di informazioni diffuse dal progetto.

Informazioni correlate