Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La Commissione richiede il know-how per le regioni europee

La Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte per l'attuazione di un'azione specifica, il cui obiettivo è di facilitare l'accesso ai Fondi strutturali a sostegno delle iniziative in materia di energia pulita nelle regioni e nei centri urbani europei.
La Commissione invita alla presentazione di proposte per la fornitura di know-how e di informazioni alle regioni e ai centri urbani europei intenzionati a partecipare a progetti finanziati dai Fondi strutturali nel campo dell'energia pulita. Tale invito giunge a seguito della decisione del Consiglio 96/737/CE in merito alla promozione dell'efficienza energetica nell'Unione europea e del parere del Comitato SAVE del 17 novembre 1998 sulla necessità di attuare un'azione specifica che porti la suddetta intestazione.
Le attività principali potrebbero essere le seguenti:
- aumentare la capacità degli operatori locali e regionali di sviluppare progetti innovativi per l'energia pulita nel quadro dei Fondi strutturali;
- fornire assistenza qualificata per aiutare le regioni e i centri urbani a preparare, varare e gestire le reti transnazionali per lo scambio di esperienze e buone prassi nei principali ambiti della gestione energetica;
- offrire consulenze qualificate per aiutare le regioni e i centri urbani interessati a preparare, varare e gestire i progetti transnazionali finalizzati a sviluppare, applicare e diffondere nuovi metodi perfezionati per una gestione energetica razionale in settori selezionati;
- incoraggiare lo scambio di esperienze tra autorità locali e regionali allo scopo di:
-- promuovere la gestione energetica a livello locale;
-- migliorare le analisi delle politiche sull'efficienza energetica;
-- integrare l'efficienza energetica in altri programmi;
-- sostenere gli aspetti non tecnologici della gestione energetica;
- organizzare corsi, seminari tematici e conferenze in collaborazione con la Commissione;
- sviluppare e divulgare informazioni sulla gestione energetica;
- creare una serie di database, pubblicazioni e un sito Internet, che offriranno informazioni pratiche sull'accesso ai Fondi strutturali e alle principali misure attuate nel settore energetico, informazioni sui contatti con i principali operatori del settore energetico nelle regioni e nei centri urbani, esempi di buone prassi nel campo della gestione energetica razionale e le relative guide metodologiche.
Le persone giuridiche, le organizzazioni, le imprese pubbliche e private dell'Unione, unitamente alle reti comunitarie o ai raggruppamenti temporanei di organizzazioni e/o imprese costituiti per attuare questa specifica azione sono invitati a presentare proposte.
Le proposte dovranno specificare gli obiettivi e i parametri dell'azione, concentrandosi soprattutto sulla "costituzione delle capacità". Tali proposte inoltre non dovrebbero tralasciare il requisito secondo cui gli enti nazionali per l'energia e i principali fornitori all'interno degli Stati membri dovrebbero essere coinvolti nell'azione.

Informazioni correlate

Programmi