Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Gli europarlamentari ricercano il sistema migliore per tutelare le foreste tropicali

La commissione per lo sviluppo e la cooperazione del Parlamento europeo ha approvato una bozza di rapporto su una proposta della Commissione europea, riguardante la conservazione e la gestione sostenibile delle foreste tropicali nei paesi in via di sviluppo.
Tuttavia, detta co...
La commissione per lo sviluppo e la cooperazione del Parlamento europeo ha approvato una bozza di rapporto su una proposta della Commissione europea, riguardante la conservazione e la gestione sostenibile delle foreste tropicali nei paesi in via di sviluppo.
Tuttavia, detta commissione ha modificato la proposta di regolamento comunitario della Commissione europea con più di 40 emendamenti. Con tali emendamenti, la commissione parlamentare sottolinea la necessità di un miglior coordinamento e di un più efficace flusso informativo tra l'Unione europea (EU) e i progetti degli Stati membri, al fine di proporre azioni coerenti in questo ambito. Sollecita inoltre la partecipazione attiva delle popolazioni delle zone forestali e della comunità locale nella creazione di politiche forestali nazionali e in programmi di sviluppo. Le azioni di conservazione delle foreste dovrebbero essere eseguite nel rispetto dei diritti economici, sociali e culturali delle comunità locali e solo dopo aver consultato e coinvolto a pieno titolo tali comunità negli iter decisionali.
Secondo la commissione del PE, sarebbe necessario concentrarsi sulla promozione dell'imprenditoria privata, sensibile alle problematiche ambientali, coinvolta nella lavorazione del legno e nella catena della commercializzazione. Nel fare ciò, si dovrebbero prendere in considerazione i sistemi sociali e le attività economiche proprie delle comunità. Le operazioni svolte secondo la regolamentazione dell'UE andrebbero precedute da valutazioni di impatto ambientale e socioculturale, che tengano conto delle esigenze di sviluppo delle rispettive popolazioni forestali. Le richieste di finanziamento dovrebbero quindi essere respinte in caso di incertezza sul rispetto dei requisiti di tutela ambientale e di sostenibilità sociale.